Argomenti: Articolo 

Al via il roadshow di Confcommercio sull'Europa

Partito da Torino "Dare Fondo ai Fondi", l'iniziativa in collaborazione con la Commissione europea per informare/formare il sistema Confcommercio sulle politiche dell'Unione europea e sull'accesso ai finanziamenti. Sangalli: "Confcommercio crede in un'Unione europea che sia davvero la casa comune di tutte le imprese e di tutti i cittadini".

Aiutare le piccole e micro imprese del terziario a fare massa critica per facilitare la partecipazione ai bandi europei e l'accesso ai fondi messi a disposizione dell'Ue, "cosa oggi ancora troppo difficile". E' l'obiettivo di 'Dare fondo ai fondi', roadshow di Confcommercio partito da Torino e che farà tappa in altre cinque città italiane per concludersi il 29 novembre a Bruxelles con un evento in cui verranno presentati i risultati del progetto e realizzato un 'kit' di strumenti operativi per consentire alle pmi del settore una maggiore fruibilità delle opportunità europee. "Confcommercio crede nell'Europa e vogliamo che sia vista come un'opportunità – ha detto la presidente Ascom Torino, Maria Luisa Coppa - bisogna lavorare insieme, fra noi e con le Regioni, affinché il terziario di mercato non sia escluso". "Vorremmo recuperare rapidamente il tempo perso. C'è un problema di accesso ai fondi – ha aggiunto Alberto Marchiori, incaricato per le politiche Ue Confcommercio - anche perché il nostro è un Paese a macchia di leopardo, con regioni che a parole aprono alle pmi in termini europei ma non considerano le micro imprese, che rappresentano il 92%. E anche sui bandi diretti con l'Ue siamo molto carenti". All'incontro anche alcuni eurodeputati, come Lara Comi, che ha sottolineato come "Paesi entrati dopo di noi sono molto più propositivi e riescono ad accedere meglio ai fondi", e Mercedes Bresso secondo cui "è necessaria una complementarietà fra piano Junker e politica di coesione. Per i fondi futuri ci vorrà integrazione di progetti e semplificazioni specifiche". L'iniziativa era stata presentata alla vigilia a Roma nell'ambito di un incontro tra il Consiglio di Confcommercio, guidato dal presidente Carlo Sangalli, e il capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, Beatrice Covassi. L'iniziativa si inserisce all'interno della collaborazione avviata dalla Confederazione e dalla Commissione europea, in occasione della ricorrenza dei 60 anni della firma dei Trattati di Roma, sulla informazione/formazione del sistema Confcommercio in materia di politiche dell'Unione europea e di accesso ai finanziamenti.  Per il presidente Sangalli, "senza un terziario di mercato più produttivo sarà difficile creare nuova ricchezza, nuovo benessere, nuove forme di solidarietà sostenibili e durature in Europa. E Confcommercio, che crede in un'Unione europea che sia davvero la casa comune di tutte le imprese e di tutti i cittadini dei Paesi Membri, vuole contribuire alla crescita dell'attività e della cultura imprenditoriale, anche tramite la promozione e l'impiego delle opportunità di sviluppo per le imprese offerte dall'Ue". Secondo Beatrice Covassi, "lavorare per migliorare l'ambiente imprenditoriale in Europa è nell'interesse di noi tutti, per questo la Commissione Juncker è impegnata, attraverso i vari programmi di finanziamento, a promuovere occupazione, crescita e competitività. Il roadshow ‘Dare Fondo ai Fondi' sarà l'occasione per far conoscere ai cittadini l'Europa concreta, l'Europa dei progetti, l'Europa che aiuta le imprese". L'obiettivo del roadshow organizzato da Confcommercio, con il patrocinio e il supporto della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, è proprio di facilitare la partecipazione delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti ai bandi europei e l'utilizzo degli strumenti finanziari messi a disposizione dall'Ue. Organizzato in 5 tappe sul territorio nazionale con il coinvolgimento delle associazioni territoriali di Confcommercio, parte oggi da Torino e si chiuderà con un evento a Bruxelles in cui verranno presentati i risultati ottenuti e la documentazione raccolta con la predisposizione di un apposito kit. Ogni tappa sarà articolata in due momenti: di mattina si svolgerà un dibattito sul ruolo, sulle prospettive e sulle opportunità dell'Unione europea con la partecipazione di esponenti di Confcommercio, della Commissione europea, del Parlamento europeo,  della politica e delle istituzioni locali; di pomeriggio si terrà un workshop focalizzato sugli aspetti pratici dei bandi europei sviluppandone la metodologia per l'individuazione, la lettura e la preparazione di un progetto con la presentazione di una buona pratica locale.  

 

Calendario

1^ tappa: Torino (circoscrizione Nord Ovest), venerdì 19 maggio

2^ tappa: Palermo (circoscrizione Isole), lunedì 17 luglio

3^ tappa: Pordenone (circoscrizione Nord Est), venerdì 15 settembre

4^ tappa: Pistoia (circoscrizione Centro), martedì 19 settembre

5^ tappa: Bari (circoscrizione Mezzogiorno), lunedì 16 ottobre

Evento di chiusura: Bruxelles, mercoledì 29 novembre

18 maggio 2017