Argomenti: Articolo 

Bella: "troppo poche riforme strutturali. E quelle fatte stiamo pure tentando di distruggerle"

"Quando un fenomeno come quello della bassa crescita di verifica per 10-15 anni consecutivi non possiamo più parlare di vuoti di domanda o di effetti ciclici. Dobbiamo vedere cosa non funziona dentro al motore, che poi è la ragione che ci ha portatio a fare le riforme strutturali". Così il direttore dell'Ufficio Studi di Confcommercio, Mariano Bella, in un'articolo sulla Stampa. "Il problema - prosegue Bella - è che ne abbiamo fatte troppo poche e quelle poche, purtroppo, stiamo pure tentando di distruggerle, come abbiamo fatto con la Buona scuola, col dietrofront sul trasferimento degli insegnanti, e col Jobs Act. Ma come fa un'impresa a investire o assumere se il diritto cambia sempre? Non si può.Le riforme del lavoro hanno bisogno di sedimentazione e non di continui attacchi".

14 febbraio 2017