Argomenti:

Boschi: "l'Italia si è rimessa in moto, le sfide si possono vincere"

Il ministro per le Riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento ha chiuso i lavori del Forum di Cernobbio: "l'Italia va meglio, ha ripreso a crescere, con dati incoraggianti ma non per questo ancora soddisfacenti". "Bisogna accettare la sfida di costruire un Paese diverso avendo il coraggio di cambiare".

CERNOBBIO – Anche quest'anno è toccato a Maria Elena Boschi, ministro per le Riforme costituzionali e i rapporti con il Parlamento, chiudere i lavori del Forum Confcommercio. "Il 2015 ha visto per la prima volta da anni segnali positivi. L'Italia – ha esordito il ministro - va meglio, ha ripreso a crescere, si è rimessa in moto, con dati incoraggianti ma non per questo ancora soddisfacenti". Questo grazie a "riforme significative, strutturali, come nel caso del Jobs Act. Ma molte restano da completare, come quella della pubblica amministrazione che può essere un ulteriore volano per la crescita, o quella elettorale che può essere fonte di grande semplificazione". Per quanto riguarda il fisco, la Boschi ha rivendicato il fatto che "il governo ha alleggerito il carico, che resta comunque troppo alto, e ha dato una mano a famiglie e imprese", mentre sul versante della spesa pubblica "dobbiamo lavorare sicuramente ancora sulla spending review, anche se tra il 2014 e il 2016 la spesa va giù di 25 miliardi". "Nel dna italiano – ha concluso il ministro – ci sono grandi capacità, le sfide si possono vincere. Solo nell'ultimo anno ne abbiamo vinte tre: Expo, riforma del Senato, variante di valico. L'importante è accettare la sfida di costruire un Paese diverso avendo il coraggio di cambiare".

19 marzo 2016
Multimedia
Guarda la sintesi della seconda giornata