Dopo un anno di trattative, Confcommercio ha sottoscritto con Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs–Uil l'accordo che decorre dal prossimo primo aprile e avrà durata fino al 31 dicembre 2017. Previsti un aumento a regime di 85 euro e significative novità come il contratto a tempo determinato per il sostegno all'occupazione e una reale semplificazione nella flessibilità della distribuzione dell'orario.
A febbraio il tasso torna al 12, 7%, lo 0,1% in più rispetto al mese precedente. Disoccupazione giovanile al 42,6%, mentre gli occupati sono lo 0,2% in meno su base mensile, con un tasso in discesa al 55,7%.
Secondo le stime preliminari dell'Istat, l'indice aumenta dello 0,1% su base mensile e registra una diminuzione su base annua dello 0,1%, come a febbraio. L'inflazione acquisita per il 2015 è pari a -0,1% (era -0,2% a febbraio).
Secondo l'Ufficio Studi di Confcommercio il Pil dovrebbe crescere dell'1,1% quest'anno e dell'1,4% nel 2016 e i consumi di circa il 2% nel biennio, grazie anche all'effetto Expo (+0,2% di Pil e +0,3% di consumi). Restano grandi spazi di crescita nel turismo, mentre il risparmio sulla spesa per interessi garantisce margine per un percorso di riduzione della pressione fiscale. Allarme Sud.
Per il presidente di Confcommercio "ci sono i presupposti per una ripresa non solo statistica", ma servono "una riduzione della spesa pubblica improduttiva e una politica fiscale distensiva che allenti la morsa delle tasse su famiglie e imprese", destinando alla riduzione delle tasse "ogni centesimo recuperato dalla lotta all'evasione e dalla spending review". Turismo e Mezzogiorno carte vincenti da giocare.
Secondo un'analisi di Confturismo sul turismo internazionale e l'Italia, se il nostro Paese avesse il livello di permanenza media dei turisti che ha la Spagna ci sarebbero circa 14 miliardi di entrate valutarie in più, quasi 1 punto di Pil. Solo il 12% dei turisti visita il Sud. Immutate le le difficoltà del nostro Paese di fare sistema.
Il ministro per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento ha spiegato la direzione di marcia dell'Esecutivo: "si tratta di riscrivere l'assetto istituzionale in modo che funzioni meglio e questo farebbe bene anche all'economia". "Nel Def metteremo un +0,7% di crescita perché vogliamo essere prudenti e oggettivi, ma nel contempo determinati e seri".
Per il ministro dell'Interno "dobbiamo mettere in piedi un piano serio di riduzione del debito pubblico, abbassare tasse e burocrazia, ridurre i tempi della giustizia civile e avere regole e sistemi organizzativi del Paese più efficienti". Proposti il rialzo a 3mila euro del tetto sull'uso del contante e la defiscalizzazione per i commercianti dell'investimento in sistemi di videosorveglianza.
Secondo il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, "ogni Paese deve investire nelle attività economica in cui è più competitivo". "Dobbiamo recuperare il ritardo accumulato negli ultimi anni perché il turismo globale crescerà sempre di più. Serve una strategia che punti sulle nostre armi, che sono straordinarie".
Per l'ex ministro dell'Economia, intervenuto nel panel "Come tornare a crescere? Lo scenario economico internazionale", "i trattati europei non prevedono la crisi e quindi non ci sono gli strumenti per gestirla". Savona: "ai commercianti non viene riconosciuto il giusto merito". Gros: "in Italia non è mai il momento per gli aggiustamenti fiscali".
A poco più di un mese dalla sua inaugurazione, per Giuseppe Sala, amministratore delegato dell'Esposizione Universale, "il quadro è fatto più di luci che di ombre". Saranno presenti 54 Paesi con un loro padiglione, record assoluto, venduti fino a oggi 8 milioni 800mila biglietti. "Il mondo vuole la dimostrazione che vogliamo fare qualcosa di più, non la solita Italia".
Il sottosegretario all'Economia è intervenuto nella sessione "Tasse e spesa pubblica": "dobbiamo fare riflessioni per scongiurare e gestire la situazione" degli aumenti Iva previsti nelle clausole di salvaguardia. Collignon: "in Italia sprecate molte occasioni per ridurre il debito". Sinn: "dovete diventare meno costosi rispetto al resto dell'Eurozona".
La fiducia dei consumatori segnala un nuovo aumento a marzo e sale a quota 110,9 da 107,7 di febbraio. Crescita in tutti i settori per la fiducia delle imprese: toccato il livello più alto dal 2008.
La consueta indagine del Centro Studi della Fipe prevede una diminuzione dell'11% nella domenica di Pasqua e di circa il 15% a Pasquetta. I clienti saranno circa 6,4 milioni, per una spesa totale di 264 milioni di euro, mentre i ristoranti in attività saranno il 92% contro il 94% dello scorso anno.
territorio e categorie
mercoledì, 1 aprile 2015
Aggiornato il 31 marzo 2015

Prossimi appuntamenti
Web Tv

 

IN EVIDENZA
La serrata proclamata dalle organizzazioni di categoria dei gestori delle aree di servizio autostradali, Anisa Confcommercio, Faib Confesercenti e Fegica Cisl, proseguirà fino alla mezzanotte del primo aprile. Oggi incontro con il ministro Guidi.
Dal Corriere della Sera: da oggi scatta la procedura elettronica per 42mila uffici pubblici, previsti risparmi per 1 miliardo. La traccibilità consentirà di tenere sotto controllo la spesa pubblica.
Studi e ricerche
Filtra gli articoli
Approvato nell'ultima seduta della Conferenza delle Regioni un documento che appoggia la richiesta degli operatori alla Corte di Giustizia Europea di prorogare al 31 dicembre 2020 le concessioni demaniali marittime

Confcommercio-Imprese per l'Italia
Confederazione Generale Italiana delle
Imprese, delle Attivita' Professionali e del
Lavoro Autonomo
Info
Piazza G. G. Belli, 2 - 00153 Roma (IT)
tel. (+39) 06.58.661
fax (+39) 06.58.09.425
confcommercio@confcommercio.it
Confcommercio on-line e' una pubblicazione
plurisettimanale della CONFCOMMERCIO
Registrazione del Tribunale di Roma n 379
del 16.agosto.2001
Direttore Responsabile
Sergio DE LUCA
Redazione
Ugo DA MILANO / Angelo MORETTI
tel. (+39) 06.58.66.585 / 565
fax (+39) 06.58.12.880
redazione@confcommercio.it