Chieti: bilancio positivo per "Selfie Shopping"

Buoni i numeri della prima edizione dell'iniziativa lanciata da Confcommercio in collaborazione con la Camera di commercio per incentivare gli acquisti nei negozi al dettaglio nel periodo natalizio e durante i saldi invernali avvicinando, al tempo stesso, la categoria alle nuove esigenze di un mercato sempre più "social".

Trecentottanta "selfie" scattati, complessivamente, tra le attività commerciali di Chieti e provincia con tre targhe consegnate ad altrettanti commercianti del territorio che hanno accolto, nei rispettivi negozi, gli autoscatti più votati mentre un'altra targa è stata assegnata all'attività commerciale che ha postato più foto. Si chiude con dati lusinghieri la prima edizione di "Selfie Shopping", l'iniziativa lanciata da Confcommercio in collaborazione con la Camera di commercio di Chieti e curata tecnicamente dalla società "Social Needs" per incentivare gli acquisti nei negozi al dettaglio di Chieti e provincia nel periodo natalizio e durante i saldi invernali avvicinando, al tempo stesso, la categoria alle nuove esigenze di un mercato sempre più "social". Non a caso quasi quattrocento consumatori hanno deciso, una volta effettuato un acquisto in uno dei 99 esercizi commerciali aderenti al progetto, di farsi un "selfie" con l'acquisto e, in alcuni casi, insieme al titolare del negozio. Da qui è partita una sorta di competizione virtuale a suon di "mi piace", in gergo like, sul sito www.selfieshopping.it oltre che sulla cliccatissima pagina facebook, visitata da oltre 12mila persone da dicembre a febbraio, creata appositamente per promuovere "Selfie Shopping". "Siamo davvero soddisfatti dell'andamento di un'iniziativa che ha avuto una duplice valenza: quella di promuovere il piccolo commercio tradizionale e di avvicinarlo - afferma Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio Chieti - all'uso dei social e del web dal momento che la categoria è ancora troppo in ritardo su questo fronte". E invece i consumatori, ricorda Confcommercio, chiedono sempre più innovazioni nel settore del piccolo commercio. "Il progetto Selfie Shopping va proprio nella direzione richiesta dall'utenza. Innovazione significa utilizzare le tecnologie digitali nel punto vendita per migliorare l'esperienza di acquisto del cliente e integrare le attività on-line con quelle del negozio. Insomma innovare - sottolinea Tiberio - è alla portata di tutti e l'imprenditore che innova è anche quello che esce prima e più competitivo dalla crisi. Non a caso Confcommercio, già tre anni fa, aveva organizzato, sempre con l'ausilio della Camera di commercio, il seminario ‘Il negozio nell'era di Internet' che, in un certo senso, ha anticipato il nuovo trend nelle vendite di merce al dettaglio". Anche perché tutti, ormai, accedono ad Internet centinaia di volte al giorno. "Secondo alcuni dati Istat elaborati da Confcommercio, il 60% dei nuclei familiari utilizza Internet, una percentuale che tocca addirittura l'85,7% lì dove c'è un minore in famiglia. Ma ciò che deve far riflettere maggiormente - riprende Tiberio - è che il 41% delle persone compra merce su Internet. I momenti online non vanno più considerati come pause, quindi, bensì come vera e propria estensione delle proprie attività, tra cui anche lo shopping. Generalizzando, ma neanche tanto, possiamo affermare che nessuna categoria merceologica può considerarsi al riparo dalla concorrenza online." Le tre attività commerciali che hanno ottenuto i selfie più votati sono state "Top boutique", grazie al selfie di Fabio, Francesca e Mauro, "Di Cicco lei", con l'autoscatto di Martina e Rossana, e "Wjcon Cosmetics" con il coro swing "Anima Voce". A tutte e tre è stata consegnata una targa di merito che è stata assegnata anche a "Cose così" di Pollutri, il negozio in assoluto che ha inviato più selfie in questi mesi.       

15 marzo 2016