Argomenti: Articolo 

Commercio estero: a maggio il surplus cala a 4,3 miliardi

A maggio il surplus commerciale è calato a 4,3 miliardi (era 5 mld a maggio 2016): lo rileva l'Istat, spiegando che invece nei primi cinque mesi dell'anno l'avanzo è stato di 14,6 miliardi, con una sostenuta crescita sia per l'export (+8%) sia per l'import (+11,7%). Tornando a maggio, l'import ha fatto registrare un aumento del 3,2%, l'export dell'1,2% su base congiunturale. La crescita rispetto ad aprile è determinata dall'incremento delle vendite sia verso i mercati extra Ue (+2,2%) sia, in misura minore, verso l'area Ue (+0,4%). Tutti i raggruppamenti principali di industrie sono in aumento, a eccezione dell'energia (-16,7%). Su base tendenziale, invece, la crescita è stata sostenuta sia per l'export (+13,1%, riguardando sia l'area extra Ue per il 13,9%, sia quella Ue per il 12,6%), sia per l'import (+17,5%), determinato da entrambe le aree di sbocco (+22,3% per l'area extra Ue e +14,2% per l'area Ue). Nel trimestre marzo-maggio, rispetto al trimestre precedente, l'aumento dell'export (+2%) coinvolge entrambe le principali aree di sbocco, con una crescita più intensa per i Paesi Ue (+2,5%), rispetto all'area extra Ue (+1,5%). Nello stesso periodo le importazioni registrano una crescita inferiore a quella delle esportazioni (+1,5%).
 
14 luglio 2017