Confcommercio su dati Istat: si attenua un po' la spinta propulsiva della ripresa

170/2017
Roma, 30.11.2017

Ad ottobre il mercato del lavoro ha continuato ad evidenziare una scarsa dinamicità, con spunti positivi che continuano ad emergere principalmente per gli over 50 mentre permane la tendenza alla riduzione della componente indipendente. Su base annua i risultati sono comunque positivi sia sul versante degli occupati, +246mila unità rispetto ad ottobre del 2016, sia dei disoccupati (-140mila unità).
Il dato si inserisce in un contesto in cui sembrano emergere i primi segnali di attenuazione della spinta propulsiva della ripresa. E' il commento di Confcommercio su i dati Istat di oggi su occupati e disoccupati.
Questa congettura – continua la nota a commento anche dei dati Istat sui prezzi - è rafforzata dal dato sulla variazione dei prezzi al consumo di novembre, che ha fatto registrare il terzo calo congiunturale consecutivo. Su base annua la variazione si è attestata allo 0,9%, con un ampliamento della forbice con il resto dei paesi dell'eurozona (+1,5%).
Seppure il dato sull'inflazione di novembre riflette andamenti stagionali la cui persistenza è limitata nel tempo, nel complesso le dinamiche dei prezzi tradiscono consumi poco dinamici. La ripresa economica, in rafforzamento nell'ultimo anno, ha inciso in misura marginale sull'andamento dei consumi, la cui debolezza rappresenta uno degli elementi che limitano le possibilità di una crescita dell'economia più vigorosa e duratura. 

 

30 novembre 2017