Confcommercio Formia: incontro con il sindaco

Nella nuova sede dell'associazione, il neo presidente, Giovanni Orlandi, ha incontrato il sindaco Sandro Bartolomeo. Alla riunione era presente anche il presidente di Confcommercio Latina, Giovanni Acampora. A Latina Confcommercio incontra il prefetto.

Nella nuova sede di Confcommercio dI piazza Marconi 8, il Sindaco Sandro Bartolomeo ha incontrato il neo Presidente dell'Ascom di Formia Giovanni Orlandi. Alla riunione era presente anche il Presidente Confcommercio Imprese per l'Italia provincia di Latina Giovanni Acampora,  il quale ha ribadito il ruolo delle nuovi sedi che l'Associazione ha aperto sul territorio (Formia per l'area Sud, Terracina per il centro e Latina per l'area Nord), vere e proprie "Case delle Imprese", luogo di accoglienza ed assistenza tecnica, erogatrici di servizi per Ascom locali, sindacati di categoria, imprenditori e stakeholders. Uno spazio, ha spiegato il Presidente Acampora, dove condividere con le Amministrazioni Comunali progetti mirati allo sviluppo sostenibile e di cui possano beneficiare le Imprese come l'intera comunità. Nell'augurare buon lavoro al neo presidente Orlandi e al nuovo direttivo dell'Ascom di Formia, il Sindaco Bartolomeo ha sottolineato la disponibilità dell'Amministrazione comunale ad affrontare e risolvere insieme problematiche urgenti per lo sviluppo di Formia. "Il bene di un territorio non è un obiettivo unilaterale – ha dichiarato il primo cittadino – ma il risultato di una collaborazione fattiva tra le Istituzioni e tutte le rappresentanze di imprese e lavoratori. Ognuno con il suo ruolo e nel rispetto delle sue peculiarità dobbiamo ascoltare i bisogni della città e degli operatori economici e dare ad essi una risposta incisiva e condivisa". Nell'accogliere positivamente la disponibilità del primo cittadino, il Presidente Orlandi ha voluto condividere con lui i principali temi su cui agire in modo condiviso e tempestivo nel più breve tempo possibile: Piano della mobilità e sosta; ottimizzazione della gestione della raccolta dei rifiuti; abusivismo commerciale; decoro urbano. "Formia deve recuperare e rilanciare la sua strategicità per l'economia e lo sviluppo turistico. I problemi da risolvere esistono ma un agire comune può apportare delle soluzioni – ha dichiarato Orlandi". Il Presidente di Ascom Formia, Orlandi, ha inoltre comunicato al Sindaco che il Comune di Formia è stato individuato come città pilota nell'ambito del progetto "Valorizzazione delle reti d'imprese e dei Centri Commerciali Naturali". Il primo cittadino ha dichiarato la sua disponibilità a sottoscrivere il Manifesto elaborato nell'ambito del progetto per sollecitare la Regione Lazio a pubblicare in tempi brevi il bando per i Centri Commerciali Naturali. La riunione si è conclusa con l'impregno reciproco ad incontrarsi nel breve per affrontare proposte e spunti concreti. Nella prima riunione del Consiglio Direttivo di questa sera,  il Presidente Orlandi relazionerà sull'incontro di stamane e stilerà insieme ai componenti un elenco di proposte sui temi affrontati.

A Latina Confcommercio incontra il prefetto

Il 4 febbraio scorso il prefetto di Latina, Pierluigi Faloni, ha incontrato il neoeletto presidente della Confcommercio provinciale,  Giovanni Acampora, accompagnato dal vicepresidente vicario Italo Di Cocco. Nel corso dell'incontro Acampora ha illustrato al prefetto il processo di innovazione avviato in questi mesi dall'Associazione per uno sviluppo sostenibile e il rilancio del territorio, partendo in primo  luogo dalla  riorganizzazione tecnica e di governance, basata su principi di trasparenza e prossimità,  in collaborazione attiva e strategica con le istituzioni territoriali. Il nuovo modello organizzativo prevede tre aree geografiche di azione:  nord, centro e sud. Ad ogni area geografica corrisponderà una sede di Confcommercio - Casa delle Imprese – luogo di accoglienza, assistenza tecnica ed erogazione di servizi.  Le Case delle Imprese rientreranno  in un progetto di cui l'Associazione è promotrice,  "Lo Sportello delle Imprese",  supportato da protocolli d'intesa con le amministrazioni comunali e le istituzioni pubbliche presenti sul territorio. Attraverso questa rete verranno erogati servizi a 360 gradi, tra cui  un front office dedicato ai problemi delle imprese con Equitalia (Sportello Equitalia). Un modello associativo e tecnico-strutturale che risponde anche alle indicazioni di innovazione e adeguamento di istituzioni e rappresentanze alle  necessità di spending review  e  che promuove il riconoscimento delle vocazioni territoriali, al fine di una sempre maggiore  funzionalità e vicinanza ai bisogni delle comunità e del sistema socio-economico. Successivamente  c'è stato un confronto su alcuni temi di interesse, con particolare riguardo alla collaborazione che l'Associazione può fornire nell'azione  che la Prefettura sta svolgendo, insieme alle forze dell'ordine, nella prevenzione della criminalità. In tal senso è stata condivisa la possibilità di  sviluppare forme di sinergia sia per contrastare i rischi di infiltrazioni malavitose nelle aziende sane del territorio, come ad esempio la sottoscrizione di specifici protocolli d'intesa, sia attraverso l'implementazione dei sistemi tecnologici, supporto essenziale nel contrasto ai reati predatori. 

 

Rete Imprese Italia Latina rafforza la sinergia

Le Associazioni di categoria aderenti a Rete Imprese per l'Italia provincia di Latina ed Intesa PMI 99.0 (Confcommercio, CNA Confesercenti, Confartigianto e Federlazio) si sono incontrate presso la nuova sede della Confcommercio provincialei per rilanciare e consolidare la loro sinergia interassociativa, definendo strategie e azioni da compiere insieme. "E' con grande soddisfazione che voglio sottolineare la rinforzata condivisione di obiettivi e strategie per lo sviluppo delle nostre imprese e di tutto il territorio ,emersa nell'incontro di oggi", ha dichiarato il presidente di Rete Imprese Italia provincia di Latina, Pino Fiacco, che ha poi aggiunto: "la nuova governace di Confcommercio Latina, con l'elezione del presidente Acampora, è un ulteriore stimolo per operare insieme in modo programmatico e, attraverso progettualità mirate ed incisive". "Nell'augurare buon lavoro al presidente Acampora e al direttore generale Di Cecca, sono certo che l'unione delle rappresentanze delle pmi del nostro territorio e la spinta rinnovata ad agire insieme saranno elementi fondamentali per la ripresa del sistema delle imprese e lo sviluppo sostenibile", ha concluso Fiacco.

 

 

 

08 febbraio 2016