Il 14 novembre al via il bando della Regione Lombardia "Impresa Sicura"

Il vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia, Renato Borghi: "La sicurezza degli esercizi commerciali più esposti, dalle periferie delle grandi città ai piccoli comuni, è una condizione necessaria agli imprenditori per contribuire allo sviluppo economico".

"La sicurezza degli esercizi commerciali più esposti, dalle periferie delle grandi città ai piccoli comuni, è una condizione necessaria agli imprenditori per contribuire allo sviluppo economico, ed un fattore indispensabile per assicurare migliore fruibilità delle nostre attività da parte di cittadini, turisti e consumatori. Regione Lombardia – su impulso dell'Assessorato allo Sviluppo Economico guidato da Mauro Parolini – ha contribuito in modo importante in questi anni ad innalzare il livello di sicurezza delle attività economiche e oggi ha colto la nostra richiesta di rendere strutturali queste misure con bandi periodici che consentano l'adeguamento continuo degli strumenti di sicurezza attiva e passiva". Così Renato Borghi, vicepresidente vicario di Confcommercio Lombardia, commenta l'approvazione – da parte della Giunta Regionale – della terza edizione del bando "Impresa Sicura" che prevede una dotazione di oltre 1,5 milioni di euro per le dotazioni di sicurezza degli esercizi commerciali. Si tratterà di contributi a fondo perduto al 50% (investimento minimo 1.000 euro) resi possibili anche con l'apporto di risorse delle Camere di commercio lombarde. "Un bando semplice, facilmente accessibile – sottolinea Borghi - che consentirà a tanti esercizi commerciali di dotarsi di telecamere, vetrine blindate, saracinesche di sicurezza, allarmi connessi alle Forze dell'Ordine rendendo le vie commerciali più sicure ed anche più moderne tecnologicamente". Rispetto alle precedenti edizioni la platea di potenziali beneficiari è stata allargata a nuove categorie che per la prima volta potranno accedere a questo tipo di misura. Il bando con procedura valutativa "a sportello" sarà aperto dal 14 novembre 2017 al 21 dicembre 2017.

 

"Zero Irap", "provvedimento che va nella giusta direzione"

"Un provvedimento significativo, che va nella giusta direzione di supportare l'avvio di nuove imprese. A maggior ragione per un settore economico – quello del commercio di prossimità – che contribuisce in modo determinante a rendere i centri storici delle città lombarde sempre più vivi e attrattivi".Questo il commento di Confcommercio Lombardia alla misura – approvata dalla Giunta regionale su proposta dell'Assessore all'Economia Massimo Garavaglia – che prevede l'esenzione Irap nei primi tre anni di attività per i nuovi negozi che apriranno nei Comuni maggiori.

13 novembre 2017