"Vola" l'export dei distributori di caffè

Il presidente Confida Lazzari: "Le vending machine permettono una semplice ed efficace interazione uomo-macchina, e quindi oggi rappresentano una delle migliori applicazioni dell'Internet of Things".

Su Economy di ottobre è pubblicato un articolo con i dati relativi alla distribuzione automatica in cui si sottolinea come l'Italia, con 800 mila vending machine installate, sia il principale produttore europeo di distributori automatici, che per la maggior parte vengono esportati, in Europa e in tutto il mondo. "L'export dell'intero comparto ha raggiunto nel 2016 quasi 400 milioni di euro. Nei primi sei mesi del 2017 si sono raggiunti i 213 milioni, con una crescita del 5% rispetto ai 202 milioni del primo semestre 2016" dice il direttore di Promos, Sergio Rossi. I distributori automatici stanno diventando sempre più tecnologici con l'integrazione di funzioni intelligenti: "Le vending machine permettono una semplice ed efficace interazione uomo-macchina, e quindi oggi rappresentano una delle migliori applicazioni dell'Internet of Things" spiega Piero Angelo Lazzari, presidente di Confida – Associazione Italiana Distribuzione Automatica "Inoltre, i produttori italiani di queste tecnologie sono leader a livello mondiale, e rappresentano un esempio anche dell'Impresa 4.0 da esportazione".

06 ottobre 2017