Argomenti: Articolo 

L'economia sommersa e illegale vale il 12,6% del Pil

Rapporto Istat "Economia non osservata nei Conti nazionali": nel 2015 l'economia non osservata (sommerso economico e attività illegali) vale circa 208 miliardi di euro.

Nel 2015 l'economia non osservata (sommerso economico e attività illegali) vale circa 208 miliardi di euro, pari al 12,6% del Pil. Il valore aggiunto generato dall'economia sommersa ammonta a poco più di 190 miliardi di euro, quello connesso alle attività illegali (incluso l'indotto) a circa 17 miliardi di euro. Lo ha reso noto l'Istat. L'incidenza della componente non osservata dell'economia sul Pil, che aveva registrato una tendenza all'aumento nel triennio 2012-2014 (quando era passata dal 12,7% al 13,1%), ha segnato nel 2015 una brusca diminuzione, scendendo di 0,5 punti percentuali rispetto all'anno precedente.
 
11 ottobre 2017