"Una disciplina chiara per la compravendita di preziosi usati"

Federpreziosi in audizione presso la Commissione Finanze della Camera: presentate le richieste del settore orafo-gioielliero sulle disposizioni per l'esercizio delle attività "compro oro". Tranquilli: "evitare duplicazioni e inasprimenti". In allegato il testo dell'audizione.

Favorevoli alla stretta sulle attività di compro oro ma preoccupati di rivendicare la natura differente delle oreficerie ed evitare un aumento di costi e adempimenti. E' questa la posizione espressa dai rappresentati di Confcommercio, Cna e Confartigianato in un'audizione presso la Commissione Finanze della Camera, nell'ambito dell'esame dello schema di decreto legislativo sulla disciplina delle attività di compro oro. Per il direttore di Federpreziosi Confcommercio, Steven Tranquilli, occorre tra distinguere "chi esercita esclusivamente attività di compro oro e di chi tale attività svolge solo a titolo occasionale" evitando "duplicazioni ed inasprimenti, meramente di carattere burocratico, delle norme già in essere per le oreficerie".

22 marzo 2017