Argomenti: Articolo 

Mef: per le coperture 3,5 miliardi dalla spending, 5 dalla lotta all'evasione

Le coperture della prossima manovra arriveranno oltre che dagli spazi di deficit anche da 3,5 miliardi di tagli di spesa, compreso il miliardo l'anno a carico dei Ministeri con la nuova spending review, e per 5,1 miliardi da nuove entrate, rappresentate da "misure allo studio che mirano a ridurre l'evasione di alcune imposte, in particolare le indirette". E' quanto si legge nel documento, con tabella allegata, consegnato dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan alle commissioni Bilancio in vista dell'audizione sulla nota di aggiornamento al Def. La manovra per il 2018 parte da un valore minimo di 19,6 miliardi: di cui 8,6 miliardi sono le coperture e 3,8 miliardi gli impieghi. Nel dettaglio degli impieghi quantificati nella tabella si prevedono: 300 milioni per lo sviluppo, 338 per la competitività e l'innovazione, 600 per la coesione sociale, 2,6 miliardi per gli oneri a politiche invariate. Per la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia serviranno 15,7 miliardi, di cui circa 10 miliardi (0,6% del Pil) sono quelli recuperati grazie al maggor spazio sul deficit accordato da Bruxelles.
03 ottobre 2017