Argomenti: Articolo 

Sangalli: "una proposta da allarme rosso"

"La proposta della Bces ui crediti deteriorati è da allarme rosso. Infatti se le banche dovessero far fronte ad un accantonamento di capitale fino al 100% del finanziamento in essere le conseguenze si tradurrebbero automaticamente in una drastica riduzione del credito e maggiori tassi di interesse, soprattutto, per le pmi. E per il nostro Paese, che sta uscendo solo adesso dalla crisi, un forte ‘raffreddamento' del credito avrebbe effetti devastanti sulle prospettive di crescita". Così il presidente di Confcommercio e Rete Imprese Italia, Carlo  Sangalli, per il quale "la stabilità finanziaria e il rafforzamento dell'economia devono andare di pari passo e, come ha ricordato il presidente del Parlamento Europeo, su scelte di così grande rilievo la burocrazia non si sostituisca alla politica. Auspichiamo che la fase di consultazione recentemente avviata dalla stessa Bce possa rappresentare un'occasione di confronto tra tutti soggetti interessati con l'obiettivo di rivedere i nuovi criteri annunciati lo scorso 4 ottobre".

09 ottobre 2017