"Store again": partito a Bolzano il progetto per la gestione dei negozi sfitti

L'Unione commercio turismo servizi Alto Adige offre agli interessati la possibilità di iniziare un'attività imprenditoriale a costo zero o a condizioni vantaggiose e di sperimentare la propria idea commerciale per un mese.

Con l'obiettivo dichiarato di riempire di nuove attività i locali commerciali rimasti vuoti, l'Unione commercio turismo servizi Alto Adige, in collaborazione con l'Associazione In Corso e il Comune di Bolzano, lancia una nuova iniziativa denominata "Store again", in merito alla quale Corso Libertà a Bolzano/Gries fungerà da progetto pilota. Il via ufficiale è stato dato il 18 maggio scorso  con una serata informativa dedicata a Bolzano. Nel suo intervento di saluto Horst Steinhauser, presidente dell'Associazione In Corso e membro del Direttivo comunale dell'Unione, ha tra l'altro spiegato che, con i nuovi modelli commerciali quali il "temporary shop" e lo "shop sharing", dovrebbero essere create nuove chance per il commercio. "Si tratta – ha ricordato l'imprenditore – di valorizzare e ridare vita a questo centro commerciale naturale con le sue circa 70 aziende". Pietro Perez e Marcella Macaluso dell'Unione hanno presentato i diversi passi di questo progetto pilota. "Con il nostro modello offriamo agli interessati la possibilità di iniziare un'attività imprenditoriale a costo zero o a condizioni vantaggiose e di sperimentare la propria idea commerciale per un mese. In caso di successo iniziale l'imprenditore può quindi proseguire la propria attività nel locale affittandolo a lungo termine. La distribuzione dei locali avverrà con procedimento di valutazione in occasione del quale un'apposita commissione selezionerà le migliori idee e proposte", hanno spiegato. L'obiettivo è di tornare a riempire di attività i cinque negozi attualmente sfitti in settembre. Gli interessati possono presentare le proprie candidature all'Unione entro il 12 luglio 2017. Per il successo dell'iniziativa è necessaria una stretta collaborazione in primo luogo con i proprietari degli immobili, ma anche con i residenti e con la pubblica amministrazione, afferma l'Unione. Il progetto serve a raccogliere le prime esperienze così da applicare poi l'iniziativa ad altre strade commerciali e quartieri della città nonché in altre località dell'Alto Adige. Con store again l'Unione intende diventare il centro di competenza in materia di gestione degli spazi vuoti e contribuire quindi a garantire una maggiore qualità della vita nei centri urbani. Nell'ambito della serata informativa, oltre al progetto "Store again", sono stati presentati anche tutti i dettagli dei lavori previsti nella zona, quali la realizzazione del parcheggio interrato da circa 400 posti auto in Piazza della Vittoria nonché del Polo bibliotecario in via Longon. I tecnici del Comune e della Provincia hanno presentato gli interventi programmati, i tempi di realizzazione e, soprattutto, le modifiche alla viabilità durante entrambe le fasi realizzative. I lavori di realizzazione del garage interrato dovrebbero prevedibilmente prendere il via nell'estate del 2019 (tempo di costruzione previsto: da 18 a 20 mesi), mentre i lavori per il Polo bibliotecario dovrebbero durare da marzo 2018 a marzo 2021. Al termine sono stati presentati esempi di strade commerciali e superfici commerciali già valorizzate. Franco Tonelli, direttore di Ascom Imola, ha presentato il progetto "Imola IN LAB", mentre Sara Panchetti, titolare di un negozio di moda in piazza della Mostra nel centro storico di Bolzano ha spiegato come abbia già adottato con successo il modello dello shop sharing.