Argomenti:

Vendite al dettaglio: 2015 finalmente positivo, ma chiusura in frenata

Nello scorso anno l'Istat ha rilevato un aumento dello 0,7% rispetto al 2014, ma a dicembre c'è un calo dello 0,1% sul mese precedente e nell'ultimo trimestre la variazione è negativa dello 0,2%.

Nel dicembre 2015 l'indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio (valore corrente che incorpora la dinamica sia delle quantità sia dei prezzi) è diminuito dello 0,1% rispetto al mese precedente. E' quanto rileva l' Istat, aggiungendo che nella media del trimestre ottobre-dicembre 2015 il valore delle vendite registra una variazione negativa dello 0,2% rispetto al trimestre precedente. L'indice grezzo del valore del totale delle vendite aumenta dello 0,6% rispetto a dicembre 2014, mentre nell'intero 2015 il valore delle vendite segna, dopo quattro anni consecutivi di diminuzioni, un aumento dello 0,7% sull' anno precedente, con variazioni positive sia per i prodotti alimentari sia per i prodotti non alimentari (rispettivamente +1,3% e +0,5%) e per la grande distribuzione (+1,5%) in misura molto maggiore dei piccoli negozi (+0,1%). In particolare, le vendite dei discount alimentari aumentano del 3,4%, quasi cinque volte più della media, e quella dei grandi esercizi specializzati del 3,3%. Tornando a dicembre 2015, l'indice in volume delle vendite al dettaglio registra una variazione negativa sia rispetto a novembre 2015 (-0,1%) sia rispetto a dicembre 2014 (-0,2%). Nel trimestre ottobre-dicembre 2015 il volume delle vendite registra una diminuzione dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti.
 
25 febbraio 2016