VII edizione del premio "Libero Grassi" su impegno antimafia e lotta alle estorsioni

Nel ventennale della morte di Libero Grassi, l'imprenditore ucciso dalla mafia il 29 agosto 1991 per aver denunciato i suoi estortori, il concorso a lui dedicato e finalizzato alla diffusione della cultura della legalità, ideato da Solidaria, e realizzato con la collaborazione di Confcommercio, dello Sportello Legalità della Camera di Commercio di Palermo e del Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca ha per tema "Liberiamoci dal racket".

La VII edizione del concorso - alla quale hanno aderito anche Transparency International Italia di Milano, il Consorzio Oscar Romero di Reggio Emilia, il Coordinamento Libero Grassi di Salerno, il Festival dell'Impegno Civile-Le Terre di Don Peppe Diana di Casal di Principe, Con le armi della Cultura di Roma, Pentapolis di Milano, Telejato di Partinico, il Consiglio Camerale della CCIAA di Palermo - si pone un duplice obiettivo: offrire alla riflessione collettiva del mondo scolastico il tema della lotta alle estorsioni e realizzare una diffusa campagna di comunicazione sociale e di radicamento, fra le giovani generazioni e fra gli operatori economici, della consapevolezza della necessità di rifiutare quelle logiche mafiose, come il racket, che mortificano innanzitutto la libertà d'impresa.

Gli studenti e le scuole che vorranno cimentarsi con questo argomento potranno farlo, come previsto dal regolamento del Premio Libero Grassi 2011, con diverse forme espressive (banner, lettera, sceneggiatura di spot audio o video), e avranno tempo fino al 14 marzo per presentare i loro elaborati ma dovranno iscriversi entro il 18 febbraio 2011.
Le scuole vincitrici saranno premiate con un viaggio di "turismo responsabile", della durata di 3 giorni per far conoscere luoghi simbolo della lotta alla mafia e realtà di particolare interesse culturale e sociale di Palermo e provincia.
Nella scorsa edizione del premio, dedicata al tema della corruzione, e aperta, come questo anno alla partecipazione di tutte le scuole d'Italia di ogni ordine e grado, ci sono stati due vincitori ex aequo - la IV G del Liceo Scientifico Alessandro Tassoni di Modena, e l'Istituto Professionale Statale per l'Industria e l'Artigianato Antonio Magarotto di Roma, Istituto di Istruzione Specializzata per Sordi - che hanno presentato le sceneggiature da cui sono stati realizzati gli spot video "Silenzio" e "Una vita in gioco" e che hanno usufruito del viaggio premio a Palermo partendo insieme ai ragazzi della Nave della Legalità organizzata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e partecipando alle manifestazioni del 23 maggio in memoria del giudice Falcone.

Tutte le informazioni relative al bando di concorso, iscrizioni, iniziative, edizioni precedenti, spot, etc, sui siti: www.solidariaweb.org, www.confcommercio.it, www.pa.camcom.it, www.miur.it.

25 gennaio 2011