Presidenza Sangalli - anno 2015

10 dicembre

Si tiene il convegno "La sanità nel welfare che cambia", organizzato congiuntamente da Confcommercio e Confindustria.

Quello della spesa sanitaria - afferma il Presidente Sangalli - resta un tema centrale nella crescita equilibrata del Paese, nelle differenti realtà territoriali, come tra le diverse generazioni, un tema centrale anche per i mondi che rappresentiamo.

Presentata una proposta comune di Confcommercio e Confindustria al Governo per l'integrazione della sanità pubblica di primo pilastro con una sanità complementare di secondo pilastro di tipo universalistico, in modo da garantire una compartecipazione alla spesa più efficiente che permetterebbe anche di liberare risorse oggi diversamente allocate, stimolando nuovi investimenti e consumi.

2 dicembre

Presentata alla stampa un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sull'andamento dei consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale.

Per il Presidente Sangalli:

... la ripresa lentamente si sta concretizzando e sta producendo i primi affetti tangibili sulle famiglie. La prudenza è d' obbligo, ma questo potrebbe essere, dopo sette anni di crisi il primo Natale con il segno positivo.

Dallo studio emerge che le famiglie spenderanno 10 miliardi di euro per i regali, pari a 166 euro a persona, con un aumento del 5% rispetto al 2014, ma inferiore del 30% rispetto ai livelli del 2009. 

2 dicembre

Si apre a Roma l'ottava edizione del Forum nazionale dei Giovani Imprenditori di Confcommercio dal titolo "Evoluzioni – Il futuro è già presente". L'innovazione, l'evoluzione tecnologica, i mutamenti sociali e i nuovi comportamenti di consumo stanno influenzando l'economia e cambiando il modo di fare impresa: dalla sharing economy, ai nuovi modelli di business, dal rapporto tra banca e impresa al ruolo dei territori, passando per le testimonianze di imprese di successo nate come semplici start up: questi i principali temi dei due giorni di lavori.

Insieme al Presidente Sangalli e al Presidente dei Giovani Imprenditori di Confcommercio, Alessandro Micheli, intervengono, tra gli altri, Diego Ciulli (Senior Policy Analist Google), Luca Colombo (Country Manager Facebook Italia), Gianluca Dettori (Presidente Dpixel), Stefano Epifani (Professore di Social Media Management presso l'Università La Sapienza di Roma), Gaetano Miccichè (Direttore Generale Intesa San Paolo).

Presentate un'indagine sui fattori di ostacolo e di successo per la nascita delle imprese in Italia e la guida della collana ‘Le Bussole' di Confcommercio "Dall'idea all'impresa" da cui emerge che aprire un'impresa è un desiderio di quasi sei italiani su dieci sopra i 24 anni, ma difficoltà nel credito e cattiva burocrazia ostacolano sul nascere le nuove attività.

26 novembre

Si svolge la conferenza stampa sulla firma e la presentazione dell'Accordo sulla rappresentanza sindacale tra Confcommercio, Cgil, Cisl e Uil. Partecipano il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, il Segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, il Segretario Organizzativo confederale della Cisl, Giovanna Ventura, e il Segretario Generale della Uil, Carmelo Barbagallo. Per il Presidente Sangalli l'accordo sulla rappresentanza per la sottoscrizione dei contratti collettivi ha: 

...l'obiettivo di garantire più ampie certezze sulla valenza dei contratti stessi - ma - sta anche a significare che le parti sociali sono vive e attive e lo sono ancora di più in un tempo in cui la cultura della disintermediazione tende a sminuire il loro valore, sino ad arrivare ad ipotizzare un salario minimo legale.

25 novembre

Si svolge la giornata di mobilitazione nazionale di Confcommercio "Legalità, mi piace" che ha l'obiettivo di analizzare e denunciare l'entità e le conseguenze sull'economia reale dei fenomeni illegali. L'iniziativa, aperta da Roma dagli interventi in diretta streaming del Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, del Ministro della Giustizia, Luca Orlando, e del Ministro dell'Interno, Angelino Alfano, che  danno l'avvio alle attività locali, vede il coinvolgimento di oltre 60 associazioni territoriali della Confederazione e oltre 20mila imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti collegati da tutta Italia.

Presentata un'indagine realizzata da Confcommercio, in collaborazione con Gfk-Eurisko che analizza i fenomeni criminali e ne dà una lettura aggiornata su scala nazionale, regionale e per aree metropolitane. Nel 2015 l'illegalità è costata alle imprese del commercio, agli  alberghi e ai pubblici esercizi 27,1 miliardi di euro, con perdite pari al 7,1% del fatturato, mettendo a rischio circa 263mila posti di lavoro regolari.

Invitando gli imprenditori:

...a denunciare le estorsioni e a sottrarsi alla morsa della criminalità - il Presidente Sangalli chiede allo stesso tempo al Governo - tolleranza zero contro ogni forma di criminalità, controlli serrati e pene certe per colmare il deficit di legalità esistente.

14 novembre

Con riferimento agli attacchi terroristici a Parigi, il Presidente Sangalli esprime:

...profonda solidarietà e vicinanza alle famiglie delle vittime dell'attentato e un richiamo forte a tutti i governi e le istituzioni affinché si mettano in campo tutte le misure necessarie per contrastare questa guerra contro la civiltà. In ogni caso, ognuno deve fare la propria parte e se riusciamo a portare avanti normalmente la nostra vita e le nostre attività imprenditoriali, soprattutto quelle aperte al pubblico, questa sarà la miglior risposta e la più ferma al dilagare del terrorismo. 

5 novembre

In merito al contratto del terziario Confcommercio sottolinea che da sempre sottoscrive contratti innovativi apprezzati dalle imprese e dai lavoratori e, ad oggi, il contratto di Confcommercio, che si conferma come quello più applicato in Italia a tutti i comparti del terziario, distribuzione e servizi, compreso il commercio al dettaglio, è l'unico contratto in vigore di riferimento anche per il comparto della grande distribuzione.

3 novembre

Si svolge la Conferenza dal titolo "Semplifichiamo per crescere", organizzata da Confcommercio insieme alle altre quattro Confederazioni aderenti a Rete Imprese Italia, alla quale intervengono il Presidente Sangalli e il Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia.

Presentata una ricerca, in collaborazione con il Cer, da cui emerge che il taglio di 9 miliardi di oneri amministrativi impropri, complessivamente pari a 30 miliardi, che annualmente sopportano le Pmi, consentirebbe al Pil di crescere dell'1% in quattro anni.

Il Presidente Sangalli chiede:

...al governo un impegno straordinario sulla riforma della Pubblica amministrazione, con il pieno coinvolgimento delle imprese. Abbiamo un bisogno assoluto di buona burocrazia, che consenta agli imprenditori di lavorare con poche e semplici regole.

Il Ministro Madia sottolinea come la riforma della pubblica amministrazione abbia

...una parte fondamentale di attuazione e implementazione - ma che per fare questo occorre - uno sforzo collettivo e quindi prima di tutto la condivisione di un processo di cambiamento. In tempi rapidi - assicura il Ministro Madia - lo possiamo fare insieme.

22 ottobre

Presentato il rapporto Confcommercio-Censis su clima di fiducia e aspettative di famiglie e imprese, andamento dei consumi e prospettive economiche alla luce della legge di stabilità.

Oggi - sottolinea il Presidente Sangalli - abbiamo due Italie: una che riparte, ottimista con le famiglie che tornano a spendere soprattutto in beni durevoli; l'altra è invece fatta di famiglie e Pmi che ancora non hanno toccato con mano la ripresa. Ecco perché chiediamo al Governo di ridurre la spesa pubblica improduttiva in modo da liberare le risorse per una riduzione generalizzata dell'aliquota Irpef.

16 ottobre

Il Presidente Sangalli commenta la legge di stabilità varata dal Cdm:

Il Governo - afferma  il numero uno di Confcommercio - ha intrapreso la strada giusta che è quella della riduzione delle tasse perchè se non perdiamo quel triste primato della pressione fiscale tra le più alte al mondo diventa impossibile qualsiasi prospettiva di crescita. La legge di stabilità - precisa - si può tradurre così: tre buone scelte, una nota dolente e una aspettativa mancata. Tra le buone scelte, sicuramente la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia, cioè per il 2016 non ci sarà l' aumento dell' Iva. La seconda è l' incremento della franchigia Irap e la terza è la proroga delle agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie e l'ecobonus. La nota dolente - prosegue - è che sulla strada dell' abolizione della Tasi si doveva anche procedere alla totale deducibilità dell'Imu sugli immobili strumentali compresi negozi e alberghi. L'aspettativa mancata - conclude - è che secondo noi ci voleva più coraggio nella riduzione della spesa pubblica improduttiva per trovare quelle risorse necessarie per arrivare ad una generalizzata riduzione della aliquota Irpef.

16 ottobre

Si svolge a Palermo il II Forum di Terziario Donna Confcommercio "Donne motore della ripresa". Partecipano, tra gli altri, il Presidente Sangalli, la Presidente di Terziario Donna Confcommercio, Patrizia Di Dio e il direttore del Censis, Carla Collicelli. Presentata una ricerca da cui emerge che  le imprese femminili costituiscono il 30,2% del totale, con punte del 31,2% nell' Italia centrale.

Su 10 donne che oggi vogliono fare impresa - sottolinea il presidente Sangalli - 7 scelgono il terziario. L'occupazione femminile è sicuramente dato importante per il nostro Paese. L'imprenditoria in rosa significa una svolta fondamentale per l'economia italiana.

Da tempo Terziario Donna Confcommercio - chiosa la Presidente Di Dio - promuove la cultura della democrazia paritaria contro tutti gli ostacoli culturali e materiali che si oppongono a che le donne, il 52% della nostra popolazione, siano adeguatamente presenti e rappresentate a tutti i livelli della nostra vita imprenditoriale, politica e sociale. 

13 ottobre 

La proposta del Premier Renzi di innalzare il limite dell'utilizzo del contante a 3.000 euro è commentata positivamente dal Presidente Sangalli perchè:

...si favorisce certamente l'attività economica delle nostre imprese, soprattutto quelle transfrontaliere, fino ad oggi penalizzate e si mette il nostro sistema imprenditoriale in grado di competere alla pari rispetto ai soggetti operanti negli altri Paesi dell'Ue.

12 ottobre

Si apre a Cernobbio la 1^ edizione del Forum Internazionale Conftrasporto organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti. Lo scenario economico, l'analisi e il ruolo della mobilità, dei trasporti e della logistica, i modelli di riferimento e le eccellenze, il contributo delle Istituzioni e dei territori: questi i temi portanti dei due giorni di lavori sul lago di Como. Partecipano, tra gli altri, il presidente Sangalli; il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio; Paolo Uggè, Presidente di Conftrasporto e Vice Presidente di Confcommercio; Andrea Camanzi, Presidente dell'Autorità di regolazione dei trasporti; Marco Peronaci, Rappresentante permanente aggiunto, Coreper; Pietro Lunardì, già Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti; Paolo Costa, Presidente dell'Autorità portuale di Venezia; Pasqualino Monti, Presidente di Assoporti; Maurizio Gentile, Amministratore delegato RFI. Il Presidente Sangalli afferma che:

...i deficit della nostra logistica costano a ogni italiano una tassa occulta di 700 euro per la perdita complessiva di 42 miliardi all'anno in termini di Pil. Questo non possiamo assolutamente permettercelo - aggiunge rilevando che - il sistema economico del Paese risulta frenato - per cui è - necessario un cambio di rotta.

Sottolineando che:

...la logistica è una delle inefficienze maggiori del Paese - il Ministro Delrio assicura che - il governo ha intenzione di puntarci convogliando risorse per migliorare le interconnessioni.

1 ottobre

Presentato l'accordo tra eBay e Confcommercio per favorire l'innovazione delle imprese e lo sviluppo delle modalità di vendita online. La partnership che ha già portato alla pubblicazione della guida "Vendere su eBay" prevede, tra l'altro, l'offerta per le imprese associate a Confcommercio di una serie di promozioni per l'apertura e l' upgrade di un "Negozio Premium" sul sito eBay.

9 settembre

Si svolge la conferenza stampa di Confcommercio su consumi e ripresa che evidenzia l'aumento tendenziale più alto dei consumi degli ultimi cinque anni: a luglio sono cresciuti dello 0,4% rispetto a giugno e del 2,1% su base annua.

I segni meno – afferma il Presidente Sangalli -  sono archiviati, c'è un risveglio dei consumi e un recupero della fiducia: la ripresa c'è, il governo abbia il coraggio di tagliare le tasse.

4 settembre

Confcommercio guarda con favore ai provvedimenti approvati oggi dal Consiglio dei Ministri, sostenendo che è un bene che il Governo abbia portato a conclusione il percorso di riforme sul mercato del lavoro approvando anche gli ultimi quattro decreti del Jobs act.

28 agosto

Diffusa un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio da cui si evince che negli ultimi venti anni la spesa delle famiglie si è progressivamente spostata verso i consumi obbligati che oggi assorbono circa il 42% del totale.

22 luglio

Si svolge il convegno di Confcommercio "Meno tasse, meno spesa. Binomio della ripresa". Insieme al Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, intervengono il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, il Commissario alla Spending Review, Itzhak Yoram Gutgeld, il Presidente della Commissione Finanze, Daniele Capezzone, il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, Carla Ruocco, Commissione Finanze M5s, Claudio Borghi Aquilini, Responsabile Economico Lega Nord.

Presentata una ricerca dell'Ufficio Studi di Confcommercio sulla spesa pubblica locale da cui emerge che adeguando spesa e livello dei servizi di tutte le Regioni agli standard della Lombardia si risparmierebbero 23 miliardi di euro l'anno. Il presidente Sangalli lancia la proposta di ridurre di un punto percentuale ciascuna delle attuali 5 aliquote Irpef, con un intervento che costerebbe complessivamente poco meno di 8 miliardi di euro.

Al governo – sottolinea Sangalli – chiediamo di cancellare le clausole salvaguardia se non si vuole cancellare la ripresa e chiediamo un sistema con pochi tributi, più equi, un fisco più affidabile con l' adozione di fabbisogni e costi standard. In altre parole, un fisco amico della crescita.

Sul taglio delle tasse il Ministro Padoan chiosa che: 

...è efficace se è credibile ed è credibile se è permanente, per esserlo deve derivare da tagli di spesa - precisando che - bisogna sia abbassare le tasse, sia proseguire con la lotta all'evasione:  bisogna fare tutte e due le cose insieme.

18 luglio

In merito agli annunci del Premier Renzi il Presidente Sangalli dichiara che:

...l'impegno del Governo a ridurre le tasse dal prossimo anno è una mossa che va nella giusta direzione per trasformare i timidi e alterni segnali di ripresa in una crescita più robusta. La prima azione da compiere, comunque, resta la cancellazione delle clausole di salvaguardia e dopo si potrà procedere alla riduzione della pressione fiscale.

9 luglio

In audizione alla commissione Industria del Senato nell'ambito del disegno di legge sugli orari degli esercizi commerciali, Confcommercio sostiene la necessità di proseguire nella direzione di realizzare una regolamentazione minima e ragionevole in materia, una regolamentazione peraltro assolutamente compatibile con i principi e le prassi prevalenti in Europa in materia di libertà di concorrenza.

8 luglio

Intervenendo nel dibattito sulla crisi greca e sull'eventuale uscita della Grecia dall'euro il presidente Sangalli sottolinea che questo scenario rischierebbe di compromettere definitivamente la timida ripresa che si sta registrando nella nostra economia.

1 luglio

Carlo Sangalli è, per il semestre luglio-dicembre 2015, presidente di turno di Rete Imprese Italia, l'Associazione unitaria delle cinque principali organizzazioni di rappresentanza delle Pmi e dell'impresa diffusa (Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti).

8 giugno

Si svolge l'Assemblea Generale di Confcommercio all'Auditorium Centro Congressi Stella Polare a Rho-Milano.

Circa 4.000 i delegati presenti in rappresentanza delle associazioni provinciali, delle  unioni regionali e delle organizzazioni nazionali di categoria aderenti alla Confederazione, oltre a rappresentanti delle istituzioni, del governo, della politica e del mondo delle imprese.

Nel parterre, tra gli altri, il vice ministro Luigi Casero; Renato Schifani (capogruppo AP Senato); Maurizio Lupi (capogruppo AP Camera); Corrado Passera (Italia Unica); Annamaria Furlan (Cisl); Antonio Patuelli (Abi); Giorgio Squinzi (Confindustria); Fedele Confalonieri (Mediaset). In apertura dei lavori i saluti istituzionali sia del Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia che del Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, e l'intervento del Commissario Unico Expo 2015, Giuseppe Sala.

Nel corso della sua relazione il presidente Sangalli afferma che:

... oggi finalmente siamo davanti ai primi segnali di ripresa. Una ripresa effettiva, seppure timida. Al di là delle statistiche, molte famiglie e imprese fanno, però, ancora fatica a percepire la ripartenza dell'economia nella realtà quotidiana. Per trasformarla in crescita non c'è alternativa. Bisogna ridurre la spesa pubblica, che non è solo troppo alta, ma è anche mal distribuita. Ogni euro recuperato dal minor costo del debito pubblico, nonché dalla lotta all'evasione fiscale, va restituito ai contribuenti in regola con l'immediata riduzione delle aliquote Irpef.

Il ministro dello Sviluppo economico, Federica Guidi, intervenuta a nome dell'Esecutivo, assicura che:

abbiamo molte iniziative in vista, a partire dalla delega fiscale che ci consentirà di razionalizzare una pressione tributaria ormai insostenibile per le pmi. Ne approfitto per ribadire la ferma intenzione del Governo di non far scattare le clausole di salvaguardia: se vogliamo un Paese dove l'impresa è viva, dobbiamo smetterla di tassarla a morte.

4 giugno

Luca Patanè è confermato, per acclamazione, dal Consiglio Generale di  Confturismo-Confcommercio alla presidenza di Confturismo per il quinquennio 2015-2020.

27 maggio

Si svolge il convegno di Confcommercio sui trasporti "L'Italia disconnessa" con la partecipazione, tra gli altri, del Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, del Vice Presidente di Confcommercio, Paolo Uggè, e del Capo Gruppo Commissione Lavori pubblici al Senato, Forza Italia, Vincenzo Gibiino.

Al centro dell'incontro lo stato di salute del trasporto merci in Italia, della filiera logistica e dei sistemi di trasporto del nostro Paese, le "disconnessioni" che limitano la funzionalità del sistema dei trasporti e della mobilità, penalizzando l'accessibilità dei territori e la capacità di competere.

Nelle nostre grandi e medie aree urbane – sottolinea il presidente Sangalli - il costo della congestione è stimato nell'ordine degli 11 miliardi. Una riduzione del 10% nei tempi e nei costi medi del trasporto determinerebbe un aumento di 7 decimi di punto di Pil.

Presentata un'analisi dell'Ufficio studi di Confcommercio da cui emerge che il 97% della caduta occupazionale nel trasporto merci tra il 2008 e il 2012 è perdita di posti di lavoro nel settore dell'autotrasporto (27.000 unità su un totale di 27.900) che continua a perdere quote di mercato minato dalla concorrenza delle imprese di trasporto dei paesi dell' Europa dell' Est.

Lanciate dal vice presidente Uggè le 5 proposte di Confcommercio per connettere l'Italia tra cui quella di "aprire di notte l'Alta Velocità al trasporto delle merci tramite la realizzazione della 'metropolitana italiana delle merci' sulla direttrice Nord-Sud del Paese".

22 maggio

Confcommercio esprime soddisfazione per la mancata autorizzazione da parte della Commissione Europea all'Italia dell'introduzione del "reverse charge" nei rapporti tra GDO alimentare e i propri fornitori.

19 maggio

Nel corso della riunione della Giunta Confederale il presidente Sangalli indica alla vicepresidenza di Confcommercio Renato Borghi, Maria Luisa Coppa, Graziano Fiorelli, Sergio Rebecca, Lino Stoppani e Paolo Uggè.

Formalizzati dal presidente Sangalli anche 14 incarichi.

18 maggio

Parte il Roadshow itinerante sul territorio nazionale promosso e organizzato da Confcommercio e da Facebook per favorire l'utilizzazione dei social network come leva di sviluppo di nuove opportunità di business per le imprese del terziario di mercato.

 29 aprile

In occasione dei 70 anni di Confcommercio una delegazione della Confederazione, guidata dal presidente Sangalli, viene ricevuta al Quirinale dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

 29 aprile

Confcommercio compie 70 anni. In questo ambito si svolge a Roma l'evento inaugurale del Settantennale nella sala del Tempio di Adriano trasformata per l'occasione nel contenitore di settanta anni di storia, esperienza, impegno, emozioni che hanno caratterizzato l'attività della Confederazione dal 29 aprile del 1945, giorno della sua fondazione, ad oggi. Insieme al presidente Sangalli partecipano esponenti del mondo della politica, delle istituzioni, dell'economia e del sistema confederale. Presenti, tra gli altri, il ministro Franceschini e il sottosegretario Vicari. "Sentiamo la responsabilità – afferma Sangalli - di fare il nostro lavoro seriamente, dimostrando che i corpi intermedi - quelli che sono vivi e che funzionano - non sono la zavorra di questo Paese. Questo compleanno - sottolinea il presidente di Confcommercio - è una sfida. La sfida cioè, e l' impegno, di giocare in attacco i prossimi anni per  aiutare le nostre imprese ad essere sempre un passo avanti".

 23 aprile

Siglato tra il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli,  e il presidente dell'Anci, Piero Fassino, un Protocollo di Intesa per la promozione della riqualificazione e della rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane.

 11 aprile

In merito all'approvazione del DEF da parte del CdM Confcommercio sottolinea che "l'intenzione del Governo di non far scattare le clausole di salvaguardia nel 2016, eventualità che comporterebbe aumenti di tributi per oltre 70 miliardi di euro complessivi nel triennio, di cui 54 dovuti all'aumento delle aliquote Iva, va nella giusta direzione, quella da sempre indicata da Confcommercio".

 30 marzo

Firmato da Confcommercio con  Filcams - Cgil,  Fisascat - Cisl e Uiltucs – Uil l'accordo per il rinnovo del contratto nazionale del terziario, della distribuzione e dei servizi che decorre dal prossimo 1 aprile. Applicato a circa tre milioni di lavoratori, viene rinnovato unitariamente dopo un anno di trattative.

 28 marzo

Un'analisi di Confturismo-Confcommercio sul turismo internazionale e l'Italia, presentata nel corso del Forum Confcommercio di Cernobbio, evidenzia le difficoltà del nostro Paese di fare sistema. Siamo primi per arrivi, ma gli stranieri spendono poco (mancano all'appello 14 miliardi, pari a quasi 1 punto di Pil), stanno di meno e non vanno al Sud (solo 12 turisti su 100).

 27 marzo

Si apre a Cernobbio la sedicesima edizione del Forum "I protagonisti del mercato e gli scenari per gli anni 2000" organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti.
Tasse e spesa pubblica, crescita, turismo, scenario economico internazionale: questi i temi al centro del dibattito nella due giorni in riva al lago di Como. Insieme al presidente Sangalli partecipano, tra gli altri, i ministri Angelino Alfano, Maria Elena Boschi e Dario Franceschini; il sottosegretario Enrico Zanetti; l'Amministratore delegato di Expo 2015, Giuseppe Sala; il Presidente del Centro per gli Studi Politici Europei, Daniel Gros; l'Amministratore delegato di Alitalia, Silvano Cassano; l'Amministratore delegato del Fondo Strategico Italiano, Maurizio Tamagnini; il Presidente di Confturismo, Luca Patanè; i politici Guerini e Toti. Nel corso del suo intervento il presidente Sangalli sottolinea che "dopo sette difficilissimi anni, durante i quali ogni italiano ha perso mediamente 2.100 euro di consumi, ci sono tutti i presupposti per una ripresa che non sia solo statistica". E afferma la necessità che "ogni euro, ogni centesimo recuperato dalla lotta all'evasione e da una vera e profonda spending review, da oggi deve essere utilizzato per avviare finalmente un percorso certo e progressivo di riduzione della pressione fiscale che è e rimane il vero grande problema del Paese".

 16 marzo

Confcommercio  e  Facebook  annunciano la firma di un Protocollo d'Intesa per favorire lo sviluppo dell'innovazione e della cultura digitale tra le Pmi associate su tutto il territorio nazionale attraverso attività e programmi formativi congiunti.

 12 marzo

Carlo Sangalli è confermato, per acclamazione, dall'Assemblea di Confcommercio-Imprese per l'Italia alla guida della Confederazione per il quinquennio 2015-2020. Nel corso della sua relazione il Presidente di Confcommercio evidenzia, tra le azioni più significative della Consiliatura appena conclusa, "l'avvio di un importante processo di riorganizzazione, riqualificazione e rinnovamento della Confederazione, anche grazie all'adozione del nuovo Statuto e del Bilancio sociale. Un processo – sottolinea Sangalli - la cui completa realizzazione rappresenta uno degli obiettivi centrali della Confederazione nei prossimi anni insieme al rafforzamento del proprio ruolo di rappresentanza nei confronti delle istituzioni e della politica, all'impegno per restituire al turismo la centralità che merita nelle politiche economiche del Paese, alla valorizzazione delle imprese del terziario di mercato". Nel corso dell'Assemblea sono rinnovati anche i componenti del Consiglio Generale, del Collegio Sindacale e del Collegio dei Probiviri.

 25 febbraio

Il Consiglio Nazionale di Confcommercio-Imprese per l'Italia approva la domanda di adesione di Anapa, l'Associazione Nazionale Agenti Professionisti di Assicurazione, alla Confederazione.

 25 febbraio

Presentata alla stampa una ricerca Confcommercio-Cer su finanza pubblica e tasse locali da cui emerge che queste ultime sono più che raddoppiate negli ultimi 20 anni, passando dal 2,9% del 1995 al 6,5% del 2014 del Pil, e che in media ogni famiglia italiana spende 4200 euro per tributi locali. Commentando i dati dell'indagine, il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, sottolinea che "i segnali di risveglio economico, che non autorizzano facili ottimismi, evidenziano un'inversione di tendenza che si può consolidare solo con il sostegno alla domanda interna, partendo da una riduzione della pressione fiscale su famiglie e imprese in modo certo, sostenibile e generalizzato". 

 21 febbraio

Da un'analisi di Confcommercio emerge che nonostante la crescita di nuovi prestiti nell'ultima parte del 2014 (+12,1% tendenziale dei nuovi crediti alle imprese nell'ultimo trimestre), il credito bancario si riduce nel 2014 rispetto al 2013 di 11 miliardi di euro e di oltre 107 miliardi rispetto al 2011 con una riduzione facciale del 7,1%.

 20 febbraio

Confcommercio esprime apprezzamento per gli interventi dell'Esecutivo orientati a dare respiro a diversi strumenti per favorire le assunzioni e maggiore certezza delle norme. Sui provvedimenti del Jobs Act approvati  oggi dal Consiglio dei Ministri "è  apprezzabile – sostiene  il direttore generale di Confcommercio, Francesco Rivolta -  che il governo, accanto al nuovo contratto a tutele crescenti, abbia colto l'importanza di salvaguardare quei fondamentali strumenti di flessibilità in entrata che possono offrire ulteriori opportunità di impiego, confermando nei diversi provvedimenti una visione positiva sul futuro".

 12 febbraio

Si svolge a Milano, nell'ambito della Bit, il convegno di Confturismo-Confcommercio "La tempesta perfetta. Turismo italiano tra minacce ed opportunità". Nel corso del suo intervento il presidente di Confturismo-Confcommercio, Luca Patanè, evidenzia come lo scenario attuale sia estremamente imprevedibile. "Il calo del prezzo del petrolio, il quantitative easing di Mario Draghi e la conseguente svalutazione dell'euro - afferma Patanè - sono elementi positivi per la crescita economica. Tuttavia rimangono dei grandi elementi di incertezza dovuti alla crisi ucraina e alla mancanza di riforme significative del nostro paese che possano portare ad una vera e propria tempesta perfetta".

 31 gennaio

Il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, commenta l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica. "Sergio Mattarella – sottolinea Sangalli - è la persona giusta al posto giusto, con un curriculum politico e istituzionale che gli consentirà di ricoprire con imparzialità, autorevolezza e sensibilità la più alta carica dello Stato. Saprà certamente coniugare il rigore e il rispetto dei principi costituzionali con la necessità di stimolare e proseguire il percorso delle riforme indispensabili per la crescita del Paese".

 29 gennaio

In un comunicato congiunto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, e il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, dichiarano la contrarietà al commissariamento di Enasarco, valutando con sorpresa e stupore la richiesta di commissariare l'ente di previdenza degli agenti di commercio e dei promotori finanziari inviata al Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. "Di fronte agli importanti cambiamenti di indirizzo strategico e gestione operativa che Fondazione Enasarco sta compiendo, la richiesta di commissariamento – affermano Sangalli e Squinzi – appare ingiustificata e allarmistica. Un tentativo di mettere in discussione il valore di rappresentanza delle parti sociali che garantisce l'autonomia dell'ente a tutela dei suoi iscritti".

26 gennaio

Da un focus sul sentiment delle imprese dei trasporti rispetto ai fenomeni criminali, realizzato da Confcommercio, in collaborazione con GfK Eurisko, si evince che per metà delle imprese dei trasporti la crisi economica ha peggiorato i livelli di sicurezza. Con furti (per il 65%) e abusivismo (per il 54%) che si rivelano i crimini percepiti in maggior aumento.

 20 gennaio

Si svolge una conferenza stampa di Confcommercio sul problema del credito alle imprese. Presentata un'analisi da cui emerge che dal 2010 ad oggi il credito messo a disposizione delle Pmi da parte del sistema bancario si è ridotto di 97,2 miliardi di euro. Inoltre, i tassi di interesse pagati dalle piccole e medie imprese sullo scoperto di conto sono tre, quattro volte superiori a quelli pagati dalle imprese più grandi. "Ma si può arrivare anche al 15%" sottolinea il Vice Presidente di Confcommercio incaricato per le politiche del credito e della finanza, Pietro Agen, che per questo chiede "che il credito a imprese e famiglie destinato ad incidere sul prodotto interno lordo, venga avvantaggiato rispetto al credito concesso per finalità speculative. Gli interventi straordinari messi in campo dalla BCE – conclude Agen -  rappresentano una grande opportunità ma è necessario che a livello nazionale si realizzino rapidamente tutte le azioni che ne consentano una effettiva ricaduta sull'intero sistema delle imprese".


CARICA ALTRI CONTENUTI