Formazione

 

Le attività riguardano lo studio della normativa, nazionale ed europea, in materia di  formazione continua e l'elaborazione di proposte tecniche e normative sugli aspetti connessi, quali, ad esempio, i fabbisogni professionali, l'individuazione degli standard minimi formativi, il sistema di certificazione, diritto-dovere all'istruzione, la formazione tecnico-professionale. Parallelamente Confcommercio-Imprese per l'Italia assicura il monitoraggio dello stato di attuazione del QSN e dei relativi PON a titolarità del Ministero dell'Istruzione e l'aggiornamento per il sistema sulle materie di competenza tramite le note informative e di approfondimento e partecipa ai tavoli tecnici istituzionali in materia di formazione, istruzione e formazione tecnica superiore presso il Ministero del Lavoro e le Istituzioni competenti, monitora le attività di enti pubblici, quali ISFOL e Italia Lavoro.

Promuove lo sviluppo dei Fondi interprofessionali per la formazione continua dei dipendenti e dei dirigenti delle aziende del terziario (FOR.TE. e FONDIR) anche attraverso la presenza all'interno degli organi dei fondi stessi e ne assicura il raccordo con il sistema organizzativo. Lo stesso raccordo operativo riguarda i  Fondi bilaterali per la formazione di quadri e dirigenti del terziario (QUADRIFOR e CFMT).  E' parte datoriale nella Commissione nazionale paritetica per la definizione degli accordi sindacali nazionali dei piani formativi destinati al fondo For.Te.

 

14 febbraio 2013

CARICA ALTRI CONTENUTI