Politiche regionali

 

Il Settore cura il monitoraggio e la realizzazione e diffusione di un quadro di sintesi e di confronto dei provvedimenti legislativi ed amministrativi di maggior rilievo emanati dalle Regioni nelle materie di specifico interesse delle imprese rappresentate, nonché di quelli caratterizzati da un rilevante impatto istituzionale sulle autonomie locali. 

In particolare, pone attenzione alle disposizioni inerenti all'avvio, alla trasformazione ed alla cessazione delle attività commerciali e turistiche, anche a supporto della costituenda Agenzia per le Imprese Uniter-Confcommercio, nonché ai provvedimenti di attuazione della riforma del sistema delle Camere di Commercio, a cominciare dalle regole e dalle procedure per il rinnovo degli organi camerali, o dalle disposizioni concernenti i diritti di segreteria ed il diritto annuale a carico delle imprese per il finanziamento delle Camere e delle loro attività promozionali a favore delle economie locali.

Al Settore è affidato il coordinamento della segreteria tecnica della Commissione consiliare per il Mezzogiorno, ed in questo quadro si occupa anche delle cosiddette "Zone Franche Urbane" e delle "Zone a burocrazia Zero", oltre ad assicurare il supporto tecnico ai lavori della Commissione con analisi, studi e proposte per il recupero ed il rilancio delle aree meridionali.

Nel campo della "Amministrazione digitale", l'attività del Settore comporta il monitoraggio dei provvedimenti ed azioni propositive verso il sistema in ordine alle crescente informatizzazione delle relazioni tra imprese, cittadini ed amministrazioni ai vari livelli.

Si tratta, in sostanza, di dare corpo a quella parte dell'Agenda Digitale Italiana che vuole semplificare e razionalizzare le procedure amministrative valorizzando il ruolo dell'ICT. A titolo meramente esemplificativo, si può fare riferimento alla Posta Elettronica Certificata, alla firma digitale, alla Comunicazione Unica per  la nascita di impresa, allo Sportello Unico Telematico, alla Agenzia per le Imprese, ai processi di acquisto telematico da parte delle pubbliche amministrazioni, nonché alla sanità digitale, piuttosto che alla scuola o alla giustizia digitale.

Su tali materie, il Settore assicura il proprio contributo all'attività della Commissione consiliare per l'innovazione ed i Servizi.

12 febbraio 2013

CARICA ALTRI CONTENUTI