Presidenza Carlo Sangalli - anno 2013

6 dicembre

Illustrato alla stampa il Misery Index Confcommercio (MIC), l'indicatore che misura mensilmente il disagio sociale causato dalla disoccupazione estesa (disoccupati, cassaintegrati e scoraggiati) e dalla variazione percentuale dei prezzi dei beni ad alta frequenza d'acquisto. Dall'indicatore emerge che in cinque anni il disagio sociale è raddoppiato e che il numero di occupati in Italia è tornato ai livelli di inizio 2004: nell'arco di un quinquennio sono stati bruciati più di 1,2 milioni di posti di lavoro.

 3 dicembre

Da un'analisi di Confcommercio, in collaborazione con il Cer, sugli effetti derivanti dall'aumento degli acconti di imposta per le imprese emerge che in pratica alle imprese viene chiesto di anticipare oggi alle casse pubbliche il beneficio fiscale che riceveranno il prossimo anno. Infatti, la Legge di Stabilità prevede, nel 2014, una prima riduzione del cuneo fiscale a favore delle imprese attraverso un abbassamento dei premi Inail, con un beneficio stimato dal Governo in un miliardo di euro per il prossimo anno. Ma si tratta di un beneficio che, oltre ad essere già di per sé troppo esiguo, viene anche completamente azzerato per i maggiori versamenti che vengono richiesti in questa fine di 2013 che, di fatto, garantirebbero allo Stato introiti di importo complessivo superiore alla dimensione stessa della riduzione del cuneo fiscale promessa.

 27 novembre

I Presidenti e i Vice Presidenti delle Camere di Commercio, di espressione Confcommercio, riuniti a Roma, esprimono un giudizio fortemente negativo sulla modifica, approvata in Senato, alla legge di stabilità, volta a sottrarre risorse alle Camere di Commercio per concentrarle a livello centrale in un fondo costituito presso Unioncamere a favore dei soli Confidi vigilati. La disposizione, infatti, sottrae risorse preziose destinate allo sviluppo delle economie locali ed esclude dai destinatari i Confidi non vigilati da Banca d'Italia che, invece, sono maggiormente radicati sul territorio e garantiscono da anni l'accesso al credito delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti dando risposte concrete alle specifiche esigenze locali dei diversi comparti economici da sempre fortemente sostenuti dal sistema camerale.

 27 novembre

Presentata un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio riguardante il peso delle tasse sui consumi, l'ammontare delle tredicesime e la propensione alla spesa per il Natale con la partecipazione del Presidente Carlo Sangalli.

Siamo di fronte ad un ennesimo Natale di austerity anche se non di resa - afferma il Presidente di Confcommercio sottolineando che - dall'indagine emergono due indicazioni: una positiva e una negativa. Quella positiva è che, nonostante tutto, le famiglie credono ancora nella tradizione e nella cultura del regalo, un italiano su due considera l'appuntamento un piacere. Quella negativa è che i redditi tornati ai livelli dell'86, la pressione fiscale inchiodata al 44% fino al 2016, il clima di fiducia incerto e i consumi drammaticamente fermi.

  22 novembre

Aperta da Confcommercio-Imprese per l'Italia una sottoscrizione volontaria a favore della popolazione della Sardegna. Tutte le Associazioni del sistema confederale sono invitate a partecipare con un gesto concreto di solidarietà, con l'intento di alleviare le tante difficoltà che sta patendo la popolazione sarda per la tragedia che si è abbattuta sulla loro terra e che vede coinvolte molte attività economiche e diverse imprese associate.

 15 novembre

Prende il via a Venezia la sesta edizione del Forum nazionale dei Giovani Imprenditori di Confcommercio "Il coraggio di cambiare davvero". Il nuovo quadro macro; le economie territoriali nella crisi economica; le città motore di crescita, le imprese e l'innovazione: questi i temi trattati nel corso della due giorni.

Insieme al presidente Sangalli e al presidente dei Giovani Imprenditori, Alessandro Micheli, partecipano, tra gli altri, il Vice Ministro dell'Economia e delle Finanze, Stefano Fassina; il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro; il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola; il Segretario Generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

Presentato uno studio Confcommercio-Cer basato su dati del governo da cui emerge che il peso fiscale viaggerà a quota 44% fino ai prossimi tre anni. Tra il 2013 e il 2017 il carico fiscale sui cittadini aumenterà di 80 miliardi di euro, arrivando a pesare complessivamente 770,6 miliardi di euro, tra carico contributivo e tributario.

 12 novembre

Rinnovato a Verona da Confcommercio-Imprese per l'Italia e il Ministero dell'Interno il Protocollo di Intesa sulla videosorveglianza siglato nel 2009 che prevede l'installazione di videocamere negli esercizi commerciali, in grado di trasmettere in diretta, in caso di rapina, immagini e audio direttamente alle sale operative delle questure e dei comandi dell'arma dei carabinieri.

 11 novembre

Si svolge la giornata di mobilitazione nazionale di Confcommercio "Legalità, mi piace" aperta dagli interventi da Roma del Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, del Generale di Corpo d'Armata della Guardia di Finanza, Pasquale Debidda, del Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, e del Ministro dell'Interno, Angelino Alfano.

Alla diretta streaming, che dà l'avvio alle iniziative locali, sono collegate oltre 90 associazioni territoriali della Confederazione e partecipano circa 30mila imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti. Analizzate e denunciate l'entità e le conseguenze sull'economia reale dei fenomeni illegali che, di fatto, rappresentano una vera e propria concorrenza sleale che altera il mercato e alimenta l'economia sommersa.

Presentata un'indagine realizzata in collaborazione con il Censis che, per la prima volta, "fotografa", nella maniera più ampia possibile, l'esatta dimensione, in termini economici, dell'abusivismo e della contraffazione. Fenomeni che, oltre a comportare rischi per gli stessi consumatori, penalizzano particolarmente le imprese del terziario e dei servizi di mercato già indebolite dagli effetti di una crisi senza precedenti.

 8 novembre

AIRES - Associazione Italiana Retailer Elettrodomestici Specializzati - aderisce a Confcommercio-Imprese per l'Italia uscendo, contestualmente, da Federdistribuzione, decisione presa dal Consiglio Direttivo dell'Associazione e accolta dalla Confederazione. L'Associazione, che riunisce le principali aziende e gruppi distributivi di elettrodomestici ed elettronica di consumo, rappresenta oltre il 65% del mercato della distribuzione di elettronica di consumo in Italia.

 6 novembre

In vista della Giornata nazionale di Confcommercio "Legalità, mi piace" si svolge a Roma all'Auditorium Conciliazione il concerto della Banda Musicale della Guardia di Finanza con la partecipazione di esponenti della politica, delle Istituzioni, del mondo economico e imprenditoriale. Il Presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Saverio Capolupo, e il Vice Presidente del CSM, Michele Vietti rivolgono un breve saluto ai partecipanti.

 1 novembre

Da un'analisi di Confcommercio sugli effetti per le imprese nel 2014 derivanti dal nuovo tributo TARI introdotto dalla Legge di Stabilità emerge che l'incremento medio dei costi per il servizio urbano dei rifiuti sarà pari al 290% e, per alcune tipologie di impresa, sarà ancora più salato: per un bar, infatti, l'aumento sarà di oltre il 300%, fino ad arrivare ad una maggiorazione di circa sei volte per un ristorante (+480%) e, addirittura, di quasi otto volte per un negozio di ortofrutta (+650%) o una discoteca (+680%).

 16 ottobre

Presentati i dati dell'Osservatorio Censis-Confcommercio sul clima di fiducia delle famiglie e delle imprese nel secondo semestre 2013 da cui emerge che sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a far fronte alle spese con il proprio reddito (sono aumentate al 19% rispetto all'11,3% del 2012) e quasi il 50% prevede di tagliare i consumi per affrontare la crisi. Una famiglia su 4 ha difficoltà a pagare tasse e tributi e oltre il 72% ad affrontare spese impreviste.

 14 ottobre

Il Presidente di Confcommercio in una lettera inviata al Presidente del Consiglio, Enrico Letta, e al Ministro dell'Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, esprime forte preoccupazione sull'ipotesi di una rimodulazione delle aliquote Iva e dell'introduzione di una quarta aliquota, intermedia tra quelle del 4% e del 10%.

"Destano preoccupazione – scrive Sangalli - eventuali misure che possano, al contrario, comportare un ulteriore aumento delle tasse. A questo proposito – si legge nella lettera – confidiamo di avere ampie rassicurazioni circa l'infondatezza di un simile intervento che, andando nella direzione opposta a quella da noi auspicata e disattendendo le stesse indicazioni della Commissione Europea nel senso di una omogeneizzazione e semplificazione della struttura delle aliquote, potrebbe comportare ulteriori inasprimenti del carico fiscale su famiglie e imprese, già stremate da una crisi senza precedenti".

 12 ottobre

Da un'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio sui consumi delle famiglie italiane tra il 1992 e il 2012 emerge che abbigliamento, mezzi di trasporto, alimentazione domestica, benessere personale sono le voci di consumo che hanno visto ridursi maggiormente la quota di spesa con un calo di quasi il 2%, mentre nello stesso arco di tempo, la quota di spesa per le telecomunicazioni è più che quadruplicata, passando dallo 0,8% al 3,3%.

 30 settembre

In merito alla crisi politica il Presidente di Confcommercio lancia un appello per

..."scongiurare il rischio di una crisi al buio perché gli effetti sull'economia reale e sui mercati finanziari potrebbero essere peggiori del previsto. La politica torni ad ascoltare la voce delle famiglie e delle imprese stremate da una crisi senza precedenti. Imprese e famiglie, che da tempo attendono misure per il rilancio dell'economia, non meritano certo né l'aumento dell'Iva, né di pagare la seconda rata dell'Imu, né l'azzeramento di quel ritrovato miglioramento del clima di fiducia".

 18 settembre

Presentata a Roma, nel corso di un convegno con il presidente Sangalli, la collana "Le Bussole", un nuovo strumento editoriale realizzato da Confcommercio per il supporto all'attività d'impresa: una linea di pubblicazioni pratiche, operative, scritte con un linguaggio concreto, in formato di manuale e focalizzate sul core business delle imprese associate.

I primi due volumi dei manuali di business sono dedicati rispettivamente alla ristorazione "Da chef a imprenditori, come cambia la ristorazione" e al negozio al dettaglio "Il Negozio alimentare".

 12 settembre

Presentazione del rapporto dell'Ufficio Studi Confcommercio "I consumi delle famiglie e le spese obbligate" con la partecipazione del presidente Sangalli. Negli ultimi 20 anni la parte di consumi che le famiglie destinano a beni e servizi obbligati è costantemente aumentata, passando dal 32,3% del 1992 al 40,6% stimato per il 2013, corrispondente in valore assoluto ad un aumento pro-capite da 2.700 a 6.500 euro.

 13 agosto

"No alle elezioni anticipate". Il presidente Sangalli, con una nota, chiede alle forze politiche di evitare di aprire una crisi di governo.

"'Famiglie e imprese sono stremate da una crisi senza precedenti e attendono finalmente che il governo, il parlamento e la politica avviino una stagione di riforme prima fra tutte quella elettorale per riportare il paese sui binari della ripresa economica e della stabilità politica. In questa situazione è evidente che un ritorno alle urne in tempi brevi, come paventato da taluni, sarebbe una decisione improvvida''.

 7 agosto

Dai dati dell'Osservatorio di Confcommercio sul credito per le imprese del commercio, del turismo e dei servizi, emerge che nel secondo trimestre del 2013 il finanziamento alle imprese ha toccato "i minimi storici". Aumentano infatti le imprese che non riescono a far fronte al proprio fabbisogno finanziario e sono sempre meno quelle che si sono viste accogliere le richieste di finanziamento, passate dal 29,6% del primo trimestre al 26,9%: si tratta, segnala Confcommercio, della "percentuale più bassa mai toccata dal 2009 ad oggi".

 2 agosto

Confcommercio e Manageritalia, vista la difficile situazione e per supportare al meglio imprese e dirigenti, hanno concordato di prorogare la vigenza del contratto nazionale dei dirigenti del terziario (che interessa 8.000 imprese e 20.000 dirigenti) in scadenza il 31 dicembre 2013, sino al 31 dicembre 2014.

Il rinvio - precisa una nota -, a fronte di un blocco della parte economica, prevede un minimo adeguamento degli istituti di welfare contrattuale per il periodo della proroga.

Il presidente di Confcommercio, Sangalli, e il presidente di Manageritalia, Carella, esprimono soddisfazione per l'intesa raggiunta che sancisce la volontà comune dei firmatari di ''dare una risposta molto concreta di certezza, in un quadro economico ancora troppo grave, con l'obiettivo di lavorare parallelamente verso un futuro di ripresa che si auspica vicino''.

 25 luglio

Convegno di Confcommercio sull'economia sommersa e tasse. Secondo un rapporto dell'Ufficio studi, la pressione fiscale effettiva, il gettito cioè osservato in percentuale di Pil emerso, in Italia si attesta quest'anno al 54%, al top fra le economie avanzate. La pressione fiscale apparente, secondo calcoli prudenziali che non includono aumenti Iva, è invece al 44,6% del Pil nel 2013. L'economia sommersa è pari al 17,4% del Pil. Questo vuol dire che 272 miliardi è la stima dell'imponibile che ogni anno viene sottratto al fisco, ''una cifra enorme ''.

Secondo il presidente Sangalli la priorità economica è quella di ''ridurre l'attuale pressione fiscale, che è incompatibile con qualsiasi concreta prospettiva di ripresa".

Al convegno sono intervenuti anche il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Befera, il vice ministro dell'Economia, Fassina e il segretario della Cisl, Bonanni.

 22 luglio

"La maggiore flessibilità favorisce le opportunità di lavoro". E' questo il risultato di un'analisi di Confcommercio sugli effetti dei contratti a tempo determinato negli ultimi anni in Italia. Negli ultimi 15 anni "l'occupazione dipendente è cresciuta grazie anche all'introduzione di forme contrattuali flessibili. In questo arco di tempo, l'uso dei contratti a tempo determinato è andato di pari passo con quelli a tempo indeterminato, con una quota che si è mantenuta stabilmente tra l'11% e il 13% del totale degli occupati".

 19 luglio

Assofranchising – Associazione Italiana del Franchising – aderisce a Confcommercio-Imprese per l'Italia uscendo, contestualmente, da Federdistribuzione. Questo il risultato di un accordo raggiunto con la Confederazione e approvato dal Consiglio Direttivo dell'Associazione. Le due Organizzazioni si impegnano a sostenere e promuovere il franchising con l'obiettivo di modernizzare l'apparato distributivo italiano. Soddisfazione da parte del presidente Sangalli e del presidente di Assofranchising, Fiorelli.

 15 luglio

Da uno studio Confcommercio - Cer sul federalismo fiscale dal 1992 ad oggi emerge che negli ultimi vent'anni le imposte riconducibili alle amministrazioni locali sono aumentate da 18 a 108 miliardi di euro, "con un eccezionale incremento di oltre il 500%".

Tutto ciò conferma che "ogni livello di governo contribuisce all'incremento della pressione fiscale – commenta Sangalli -. E' l'ora di fare il tagliando anche alla riforma federalista e la maturazione delle istituzioni e della politica in senso federale necessita oggi di una riflessione sulle strategie di completamento di questa grande riforma. Questo livello di tassazione risulta incompatibile con la ripresa".

 10 luglio

L'Indice Costo Elettricità Terziario (ICET) di Confcommercio segnale che nel terzo trimestre 2013, a seguito dell'aggiornamento dell'Autorità per l'energia, si è registrato il decimo aumento consecutivo dei costi dell'elettricità sostenuti dalle imprese del commercio, dagli alberghi e dai pubblici esercizi (+2,5%). Ciò avviene nonostante i prezzi della "materia prima elettricità" siano diminuiti (-8,4% rispetto allo stesso periodo 2012) attestandosi ai livelli del primo trimestre 2010. A determinare l'aumento sono gli oneri del dispacciamento connessi con la sicurezza del sistema energetico (+36% rispetto allo stesso periodo 2012) e le componenti parafiscali (+18% rispetto allo stesso periodo 2012).

 3 luglio

Si tiene in Confcommercio il convegno "Long Wave: la nuova impresa digitale – una vision per il paese" nel corso del quale sono premiati i migliori progetti in concorso per il Premio Nazionale dell'Innovazione nei Servizi 2013. A margine della cerimonia, alla quale ha preso parte anche il ministro per i Beni culturali, Bray, Sangalli torna sul tema Iva: "Bisogna evitare un ulteriore aumento dell'Iva, quindi questa sospensione noi la accettiamo soltanto come primo passo per arrivare alla definitiva cancellazione".

 21 giugno

Confcommercio sottoscrive con i sindacati due accordi per la detassazione del salario di produttività. Il primo, confederale, sottoscritto con Cgil, Cisl e Uil, prevede un'ampia formulazione per la produttività che può essere applicata nei diversi settori rappresentati; nel secondo, con le categorie Filcams, Fisascat e Uiltucs, le parti concordando anche le modalità di attuazione, individuano gli istituti che concretamente nel contratto del terziario hanno dimostrato di incrementare la produttività quando applicati in azienda.

 17 giugno

Il Consiglio Generale di Confturismo elegge nuovo presidente Luca Patané, che succede a Bernabò Bocca, al vertice di Confturismo dal 2002. Sono stati, inoltre, eletti i componenti del nuovo Comitato Direttivo, che vanno ad affiancare nell'organo i Presidenti di tutte le Organizzazioni associate. Sono Piergianni Addis, Riccardo Borgo, Giuseppe Cassarà, Marco Michielli, Raffaele Paletti e Placido Rosi.

 13 giugno

Si tiene un incontro tra il presidente Sangalli e i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Camusso, Bonanni e Angeletti sul mondo del terziario. Le parti convengono sulla necessità di dare vita ad una nuova stagione di dialogo più continua e costruttiva. A tal fine, decidono di aprire e concludere un confronto sulla rappresentanza per il settore del terziario al fine di trovare le soluzioni più efficaci riferite a questo mondo.

 12 giugno

Si tiene a Roma l'Assemblea generale di Confcommercio. Il presidente Sangalli chiede rispetto per le imprese.

"Ora tocca a Governo e Parlamento agire perché le imprese da sole non ce la fanno più" e "se chiudono le imprese, chiude l'Italia". Servono "scelte coraggiose che liberino l'Italia dalla cappa di arroccamenti, timori e paure, che proliferano in un presente troppo spesso uguale a se stesso". Sangalli ribadisce poi che l'aumento dell'Iva "'va scongiurato tempestivamente, con un approccio davvero senza se e senza ma''.

Nel parterre erano presenti, tra gli altri, i Ministri Zanonato ( Sviluppo economico), Giovannini (Lavoro), Delrio (Affari Regionali), Quagliarello (Riforme); Guglielmo Epifani (Segretario PD), Luigi Giampaolino (Corte dei Conti), Franco Bassanini (Presidente CDP), Susanna Camusso (Cgil), Antonio Patuelli (Abi), Fedele Confalonieri (Mediaset).

In occasione dell'evento, viene presentata un'indagine Cer-Confcommercio, dove emerge che solo nel 2036 si potrà recuperare il potere d'acquisto pre-crisi. In più, nel 2013 il numero di giorni di lavoro necessari per pagare tasse, imposte e contributi raggiungerà il suo massimo storico: 162 giorni, ne occorrono invece 130 nella media europea. Sempre dalla ricerca risulta che le pmi italiane sostengono un onere annuo di adempimenti fiscali pari a 10 miliardi, quasi il 50% in più della media Ue.

 30 maggio

Il presidente Sangalli invia una lettera al ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni.

"La proroga del termine di versamento delle imposte relative al modello Unico e dell'Imu è indispensabile al fine di garantire agli intermediari fiscali un congruo lasso di tempo per gestire in maniera corretta e chiara la compilazione delle dichiarazioni ed il versamento delle imposte in scadenza".

 29 maggio

"Investimenti mirati e incentivi fiscali per favorire lo sviluppo del turismo".

E' quanto chiede il Presidente Sangalli al ministro per i Beni e le Attività culturali Massimo Bray, intervenuto al Consiglio Generale della confederazione.

Secondo il numero uno di Confcommercio deve essere scongiurato il rischio che vadano disperse risorse importanti già stanziate, che nel Decreto Sviluppo 2 erano state accantonate per la promozione; ma vanno anche previsti incentivi fiscali mirati e crediti di imposta per le ristrutturazioni degli immobili strumentali d'impresa.

 15 maggio

Confcommercio presenta un'analisi sui Trasporti, dove emerge che le inefficienze della logistica e dei trasporti sono costate al nostro Paese 24 miliardi di euro di Pil negli ultimi 12 anni.

"Occorre far presto per evitare di distruggere ogni potenzialità di ripresa".

Questo il messaggio che il presidente Sangalli manda al Governo sottolineando la gravità della situazione economica. Al convegno è intervenuti il ministro dei Trasporti, Lupi, che annuncia che

..."la costituzione di un'authority dei trasporti è una delle priorità. Il Governo vuole creare le condizioni per la crescita" ed ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità lavorando per il bene del Paese".

 13 maggio

Parte da Milano il Roadshow "ImPresa diretta con il territorio", un'iniziativa itinerante organizzata da Confcommercio, insieme alla proprie strutture regionali, con l'obiettivo di raccogliere le istanze, le priorità e le aspettative delle imprese del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti che saranno portate all'attenzione del Governo, delle forze politiche e delle istituzioni in occasione dell'Assemblea generale della Confederazione del 12 giugno.  Sei le tappe previste: dopo quella lombarda seguiranno Messina (17 maggio), Torino (21 maggio), Venezia (28 maggio), Bari (3 giugno) e Bologna (6 giugno).

 9 maggio

In occasione dell'Assemblea di Rete Imprese Italia il presidente Sangalli presenta il Manifesto "Adesso tocca a voi" per fare una "richiesta esigente e severa di cambiamento" alla politica con "quattro priorità: fisco, credito, semplificazione, lavoro. Tocca a voi – dice Sangalli - perché le imprese, da sole, non ce la fanno più. Perché le imprese hanno già perso la pazienza, non fategli perdere anche la speranza. Tocca quindi al governo ed alla politica fare la propria parte: tutta e sino in fondo".

 26 aprile

"Dopo quasi due mesi, il Paese ha finalmente un Governo che ora dovrà dare immediate risposte a famiglie e imprese. Servono subito interventi per la crescita e l'economia reale". Questo il commento del Presidente Sangalli alla nascita del nuovo governo presieduto da Enrico Letta.

 20 aprile

Il presidente Sangalli commenta la rielezione a capo dello Stato di Giorgio Napolitano. "E' un segnale importante per uscire dall'allarmante fase di stallo che si è creata in Parlamento e ci auguriamo che sia di buon viatico per la formazione al più presto di un nuovo Governo che vari misure urgenti e necessarie per far ripartire l'economia".

 19 aprile 

Sangalli interviene sul decreto che dispone il riavvio del sistema di tracciabilità dei rifiuti (Sistri), inviando una lettera al presidente del Consiglio, Monti, ai ministri dello Sviluppo economico e dell'Ambiente, Passera e Clini, e al Garante delle Pmi, Tripoli. "E' sconcertante la decisione del Ministro Clini di riavviare il Sistri nonostante tutte le criticità sul sistema di tracciabilità dei rifiuti più volte evidenziate dalle imprese. Una decisione che non tiene minimamente conto delle gravi difficoltà che in questa fase di dura e profonda recessione stanno attraversando le Pmi, in particolare del terziario di mercato e dell'artigianato, ormai ridotte allo stremo".

 19 aprile

Sangalli interviene sul decreto che dispone il riavvio del sistema di tracciabilità dei rifiuti (Sistri), inviando una lettera al presidente del Consiglio, Monti, ai ministri dello Sviluppo economico e dell'Ambiente, Passera e Clini, e al Garante delle Pmi, Tripoli. "E' sconcertante la decisione del Ministro Clini di riavviare il Sistri nonostante tutte le criticità sul sistema di tracciabilità dei rifiuti più volte evidenziate dalle imprese. Una decisione che non tiene minimamente conto delle gravi difficoltà che in questa fase di dura e profonda recessione stanno attraversando le Pmi, in particolare del terziario di mercato e dell'artigianato, ormai ridotte allo stremo".

 12 aprile

Il presidente Sangalli scrive al premier Mario Monti, sulla questione della disciplina delle cessioni di prodotti agricoli e agroalimentari regolata dall'art. 62 del decreto legge n.1/2012. "La diffusione di due pareri contrastanti da parte di due dicasteri del Governo da Lei diretto in ordine alla disapplicazione o meno delle nuove regole a seguito dell'entrata in vigore della disciplina di recepimento della direttiva comunitaria sui ritardi di pagamento, ha generato sconcerto e ulteriore confusione tra le imprese. A questo punto – sottolinea il presidente - ci sembra necessario valutare serenamente l'opportunità di una abrogazione esplicita dell'art. 62 perché la sua eventuale vigenza limitatamente ai soli obblighi di forma scritta non sarebbe giustificata né compresa dalle imprese".

 2 aprile

Esce il primo numero del Misery Index Confcommercio,  che misura mensilmente il disagio sociale causato dalla disoccupazione estesa (disoccupati, cassaintegrati e scoraggiati) e dalla variazione percentuale dei prezzi dei beni ad alta frequenza d'acquisto. A febbraio 2013 l'indicatore segnala un'occupazione in moderata crescita ma un disagio sociale che resta elevato. Il mercato del lavoro ha mostrato, dopo un trimestre molto negativo, timidi segnali di miglioramento in termini congiunturali. Rispetto a gennaio, all'aumento di 48mila occupati si è associata una flessione di 28mila persone in cerca di occupazione.

 28 marzo

Confcommercio si rivolge al Governo per sottolineare la necessità di "sospendere immediatamente l'operatività della Tares, prorogandone i termini di entrata in vigore almeno fino all'1 gennaio 2014".  La sospensione, "deve riguardare anche la componente servizi che, da sola, comporta un aggravio di oltre un miliardo di euro per famiglie e imprese e che è già in parte ricompresa dalle voci 'servizi indivisibili' presenti nell'Imu". Da un'elaborazione di Confcommercio emerge che l'applicazione della Tares comporterà un incremento medio dei costi per il servizio urbano dei rifiuti del 290% e per alcune tipologie di attività incrementi medi superiori al 400%, come per la ristorazione, o addirittura al 600%, come per l'ortofrutta e le discoteche.

Sulla questione del pagamento dei debiti della P.A. "serve un provvedimento semplice e immediato come la  compensazione secca, diretta e universale tra i debiti della P.A. verso le imprese e i debiti fiscali e contributivi delle imprese verso lo Stato". E' quanto sostiene il Presidente Sangalli, commentando l'audizione del ministro dell'Economia, Grilli al Parlamento, nel corso della quale il ministro ha annunciato un provvedimento immediato e la possibilità di andare oltre i 40 miliardi di euro attualmente previsti.

 22 marzo

Si apre a Cernobbio la quattordicesima edizione del Forum "I protagonisti del mercato e gli scenari per gli anni 2000" organizzato da Confcommercio, in collaborazione con Ambrosetti. Lavoro, credito, legalità, energia e scenario economico internazionale: questi i temi al centro del dibattito nella due giorni al Grand Hotel Villa d'Este sul lago di Como. Insieme al presidente Sangalli partecipano, tra gli altri, il ministro Fornero, il presidente della Corte dei Conti Giampaolino, il vice presidente del Csm Vietti, il presidente dell'Abi Patuelli, il presidente dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, Bortoni e i sindacalisti Bonanni e Camusso.  Nel suo intervento, Sangalli sottolinea alle forze politiche che in "questa fase un ritorno alle urne sarebbe drammatico, bisogna fare un Governo che disponga di interventi urgenti per far ripartire l'economia reale''. Sangalli chiede poi di evitare l'aumento dell'Iva e di procedere con il pagamento dei debiti della P.A.

 20 marzo

Presentati i dati dell'indagine sulle aspettative delle imprese per il 2013, realizzata con Format Research. Prevale il pessimismo tra le imprese sull'andamento della nostra economia per il 2013 (il 42% degli imprenditori ritiene che andrà peggio rispetto all'anno precedente e per il 52% andrà più o meno nello stesso modo); solo per il 12% degli imprenditori quest'anno la situazione della propria impresa migliorerà rispetto al 2012.

 21 febbraio

Sangalli esprime soddisfazione per la nascita della prima Agenzia per le Imprese in Italia, promossa da Confcommercio, quale "strumento atto a rinnovare e rafforzare la relazione cooperativa tra funzione pubblica e iniziativa privata, valorizzando in particolare il ruolo di quei soggetti, quali le organizzazioni di rappresentanza, che da sempre accompagnano la nascita e la crescita delle micro, piccole e medie imprese".

 14 febbraio

Il presidente Sangalli, in vista del voto, incontra il segretario del Pdl, Alfano. "L'incontro - si legge in una nota – è stato l'occasione per presentare al leader del Pdl le ragioni delle imprese contenute in un documento, una vera e propria agenda di priorità". Il segretario Alfano "ha apprezzato il documento di Rete Imprese Italia condividendo la necessità e l'urgenza per il nostro Paese di tornare a crescere agendo, in particolare, sul rilancio dei consumi, sul taglio di sprechi e sulle inefficienze della spesa pubblica soprattutto senza gravare di ulteriori tasse famiglie e imprese''.

 9 febbraio

Viene pubblicato l'aggiornamento del "Rapporto Consumi 2012", realizzato dall'Ufficio studi di Confcommercio. I consumi mai così male negli ultimi 50 anni. Nel 2012 i consumi hanno registrato "la maggiore contrazione degli ultimi cinquanta anni" e per il 2013 si registreranno "analoghe performance, seppur di lieve intensità". Secondo il rapporto "tutte le principali voci di consumo, in termini pro capite, hanno mostrato un segno meno, con un picco per il comparto mobilità e comunicazioni (-7,3%) e per viaggi e vacanze (-6,3%)".

 6 febbraio

In vista delle elezioni il Presidente di Rete Imprese Italia, Carlo Sangalli, incontra il vice segretario del Partito Democratico, Enrico Letta. All'evento partecipano i Presidenti di Casartigiani, Basso, di CNA, Malavasi, di Confartigianato, Merletti, e di Confesercenti, Venturi.

 28 gennaio

Il Presidente Sangalli apre la Giornata di Mobilitazione Nazionale di Rete Imprese Italia che coinvolge 80 città, oltre 300 associazioni territoriali e oltre 30mila imprenditori. Presentato il documento di Rete Imprese Italia, sviluppato in 12 punti, con le proposte alle forze politiche per la prossima legislatura. Temi  principali: fisco, burocrazia, credito, lavoro, infrastrutture, energia. "Oggi – sottolinea Sangalli - si alza in Italia la voce di centinaia di migliaia di imprese per chiedere una svolta nella politica economica del Paese. E' la voce delle imprese e delle professioni del commercio, dell'artigianato, dei trasporti, del turismo e dei servizi di mercato che oggi, per la prima volta insieme, si mobilitano per chiedere alle forze politiche di puntare sulla ripresa e di investire nello sviluppo".

 22 gennaio

Presentata un'analisi da cui emerge che nel 2012 i consumi sono tornati ai livelli di quindici anni fa e i redditi hanno fatto una marcia indietro di 27 anni. Secondo il numero uno di Confcommercio "l'obiettivo prioritario irrinunciabile di politica economica per chiunque governi deve essere l'impresa", perché "nel 2012 ha chiuso un'impresa al minuto". "Se vogliamo far rientrare l'allarme rosso del 2013 – sottolinea Sangalli - non possiamo aspettare la crescita ma dobbiamo costruirla da subito tutti insieme".

 10 gennaio

Luigi Taranto, candidato alle elezioni politiche nelle liste del Partito Democratico, lascia l'incarico di Segretario Generale di Confcommercio. Ne dà notizia una nota della Confederazione che ringrazia il Segretario Generale uscente per l'opera svolta formulando i migliori auguri per il suo nuovo percorso.

 9 gennaio

L'Indicatore dei Consumi di Confcommercio segnala il 2012 come l'anno più difficile per i consumi dal secondo dopoguerra. Per il Presidente di Confcommercio è un "dato che ci dice della drammaticità e della profondità di questa crisi che colpisce tutte le imprese e tutti i territori e la prima risposta da dare è quella di cancellare qualsiasi ipotesi di un ulteriore aumento dell'aliquota Iva che sarebbe il colpo di grazia per i consumi".

 1 gennaio

Il Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli assume, per la seconda volta, la guida di Rete Imprese Italia. L'incarico durerà per il 1° semestre del 2013.

 

 

 


CARICA ALTRI CONTENUTI