A Pisa la mafia raccontata nei libri - Asset Display Page

A Pisa la mafia raccontata nei libri

Al Book Festival, Trame (il Festival Europeo dei libri sulle mafie sponsorizzato e sostenuto da Confcommercio) ha organizzato l'incontro "Raccontare la mafia in un libro". Lapini: "è con la consapevolezza, oltre che con l'esempio, che si combattono fenomeni come la mafie"-

DateFormat

8 novembre 2015

L'8 novembre, scorso al Book Festival di Pisa, si sono svolti tre incontri a marchio TrameOFF (Trame, sponsorizzato e sostenuto da  Confcommercio, è l'unico Festival Europeo dei libri sulle mafie, che si svolge ogni anno nella terza settimana di giugno a Lamezia Terme, in Calabria) per "Raccontare la mafia in un libro". Nella cornice dalla sala Nervi del Palazzo dei Congressi di Pisa, Gaetano Savatteri ha svelato i punti di convergenza dell'invisibile organizzazione criminale romana con Cosa Nostra, ‘ndrangheta e camorra per poi passare il testimone a Roberto Paolo, il giornalista napoletano autore de "Il caso non è chiuso. La verità sull'omicidio Siani (Castelvecchi)" per un focus sull'attuale situazione della camorra nel Napoletano. AIn chiusura di giornata il magistrato Sebastiano Ardita ha raccontato la "Catania Bene. Storia di un modello mafioso che è diventato dominante (Mondadori) Mafia 2.0. Anna Maria Lapini, componente di giunta di Confcommercio Imprese per l'Italia con incarico per la legalità e la sicurezza  e presidente di Confcommercio Toscana, ha sottolineatro che "la promozione della cultura della legalità è uno degli impegni che Confcommercio porta avanti da anni, oltre che con il Premio Libero Grassi, rivolto agli studenti,  anche attraverso il Premio Giorgio Ambrosoli all'integrità responsabilità e professionalità rivolto all'individuazione di esempi di buone prassi fra imprese e P.A. Confcommercio ha quindi deciso di essere al  fianco della Fondazione Trame, sostenendo la 5° edizione del Festival, perché è con iniziative come quella di Lamezia Terme e Trame OFF che si può contribuire ad infrangere il muro dell'omertà, nella quale la criminalità si rafforza, e aiutare la comprensione di fenomeni che si stanno radicando nel sistema economico, alterando la concorrenza a scapito delle imprese 'sane', le 'nostre" imprese'. Il Pisa Book Festival ha fra i tanti meriti anche quello di  elevare  il racconto a strumento di trasmissione del sapere e della memoria, che poi altro non è che la consapevolezza. Ed è con la consapevolezza, innanzitutto, oltre che con l'esempio, che si combattono fenomeni come la mafie."

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca