Adf: "Coinvolgere la distribuzione intermedia nella gestione dei vaccini antinfluenzali" - Asset Display Page

Adf: "Coinvolgere la distribuzione intermedia nella gestione dei vaccini antinfluenzali"

Il presidente Morra: "Il nostro immediato coinvolgimento ha l’effetto di potenziare un sistema già altamente efficiente di cui siamo l’anello centrale".

DateFormat

16 ottobre 2020

Sta partendo in questi giorni la campagna vaccinale contro l’influenza stagionale, particolarmente importante per la concomitanza con l’emergenza COVID-19, e i Distributori Farmaceutici in tutta Italia faranno la loro parte, come sempre, operando in sinergia e in coordinamento al fianco delle Farmacie e delle Istituzioni.

 

Il presidente Adf, Alessandro Morra, sottolinea però che "non in tutte le Regioni siamo stati coinvolti fin da subito ai tavoli istituzionali con le associazioni dei farmacisti e in alcuni casi ciò può comportare ritardi dovuti alla duplicazione degli incontri che si rendono successivamente necessari per concordare le misure operative affinché i vaccini giungano ai cittadini. Proprio per questo una decina di giorni fa avevo già rivolto un appello pubblico alle Istituzioni, chiedendo che le aziende distributrici fossero coinvolte sin da subito e a tutti i livelli nella gestione e nelle operatività delle scorte dei vaccini antinfluenzali”. 

 

Morra poi sottolinea che "consapevole delle criticità che il sistema sanitario sta affrontando nel conseguimento degli obiettivi di copertura vaccinale per la stagione 2020/2021 e nella redistribuzione di una “quota parte” dei vaccini da destinare all’acquisto privato, ho voluto indirizzare una lettera personale a tutti i Presidenti regionali e agli Assessori alla Sanità per rinnovare l’impegno delle nostre aziende e trasmettendo loro i riferimenti dei referenti regionali ADF che affiancano l’attività di coordinamento centrale dell’Associazione”.

Il nostro immediato coinvolgimento ha l’effetto di potenziare un sistema già altamente efficiente di cui siamo l’anello centrale. Il nostro ruolo nell’assistenza farmaceutica dei SSR è infatti essenziale, perché è grazie alla distribuzione intermedia che la farmacia riesce ad avere in maniera capillare, efficace, tempestiva e sicura quanto necessita ai cittadini-pazienti: oggi i vaccini antinfluenzali, ma non escludo possa trattarsi nel prossimo futuro dei test sierologici e magari anche dei vaccini anti-Covid-19”, ha concluso il presidente Morra.

 

 

 

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca