Argomenti: Articolo 

Ali su firma decreto 18app: "Bene Bonisoli, misura promuove cultura fra i giovani"

Il presidente Ambrosini: "Siamo molto soddisfatti per la firma del decreto sul bonus 18app da parte del Ministro Bonisoli, non solo perché era anche una nostra richiesta ma soprattutto perché si tratta di una misura che ha contribuito sensibilmente alla promozione della lettura". Dalle librerie importante contributo a economia e cultura".

"Siamo molto soddisfatti per la firma del decreto sul bonus 18app da parte del Ministro Bonisoli, non solo perché era anche una nostra richiesta ma soprattutto perché si tratta di una misura che ha contribuito sensibilmente alla promozione della lettura e che andava, quindi, confermata": questo il commento del Presidente di Ali-Confcommercio, Paolo Ambrosini, sulla conferma del bonus cultura per i giovani che compiranno 18 anni nel 2018. "Il libro – prosegue Ambrosini - è stato il prodotto su cui maggiormente si sono concentrate le scelte dei ragazzi ed è da evidenziare l'impegno delle librerie che negli ultimi anni si sono rese operative in favore dei diciottenni, i quali proprio in virtù del bonus a loro disposizione sono rientrati in libreria. Apprezziamo, dunque, che il Governo abbia recepito gli appelli del mondo editoriale-librario, mostrando sensibilità verso la promozione della cultura fra le nuove leve del nostro Paese su cui è fondamentale investire per la crescita sociale". Nei prossimi giorni – conclude la nota - il decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale per essere immediatamente operativo. Sarà possibile registrarsi entro il 30 giugno 2019 e spendere il bonus entro il 31 dicembre dello stesso anno.

 

Ali: "Dalle librerie importante contributo a economia e cultura"

Si è conclusa con successo la partecipazione di Ali-Confcommercio (Associazione Librai Italiani) alla terza edizione dell'iniziativa #Ioleggoperché, promossa dall'Associazione Italiana Editori con l'obiettivo di raccogliere libri donati da cittadini ed editori per destinarli alle biblioteche scolastiche di tutta Italia. Quest'anno, infatti, sono stati quasi 300mila i libri complessivamente raccolti, di cui circa 200 mila attraverso le librerie. Per il presidente di Ali, Paolo Ambrosini "le librerie si confermano un punto insostituibile di interscambio tra scuola e famiglie e il dato di quest'anno, che ha registrato un incremento rispetto al 2017 di oltre il 75% di libri raccolti solo nelle librerie, certifica che l'attività di queste imprese porta a risultati più che concreti. Ma oltre a questo, va sottolineato ancora una volta, il ruolo fondamentale della promozione del libro a cura delle librerie italiane nel generare valore economico e culturale, anche grazie alla partecipazione ad iniziative come questa".

26 novembre 2018
ali