BILLÉ SUL GIOIELLIERE UCCISO: VIOLENZA INDISC ...

BILLÉ SUL GIOIELLIERE UCCISO: VIOLENZA INDISC ...

DateFormat

16 novembre 2000
02/00

63/2000    Roma,16.11.00

 

 

 

BILLÉ SUL GIOIELLIERE UCCISO:

 VIOLENZA INDISCRIMINATA ANCORA SENZA ANTIDOTI

 

"L' omicidio del gioielliere bresciano è un'ulteriore conferma, se di conferma c'è ancora bisogno, di una situazione che sta degenerando vistosamente e supera oramai i livelli di guardia". Questo è il commento del Presidente di Confcommercio Sergio Billè sulla rapina avvenuta ieri a Brescia.

"C'è chi produce il virus della mucca pazza e chi, come il nostro paese, alimenta virus altrettanto gravi come quello della violenza che uccide indiscriminatamente e per la quale non si sono trovati fino ad ora efficaci antidoti. La verità è che non si è ancora riusciti ad approntare strategie che consentano un'azione efficace nei confronti di quella che è la vera novità del crimine in Italia cioè la banda anonima, senza identità e senza radici, difficile da individuare perché di essa spesso non c'è traccia nel casellario giudiziario. Per combatterla non è sufficiente un maggiore presidio del territorio. Servono due altre cose: un vero potenziamento delle strutture investigative oggi, su questo versante, ancora deboli e troppo frammentate e strumenti più efficaci per combattere l'immigrazione clandestina che sicuramente è tra le cause primarie di questo fenomeno criminale".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca