Argomenti: Articolo 

Bonino: "Stop alla spesa pubblica prima di cominciare a ridurre le tasse"

Secondo la leader di +Europa "è il momento di consolidare la ripresa perché continuiamo ad essere meno competitivi rispetto ad altri Paesi che non hanno il peso del nostro debito pubblico. Le proposte che oggi propongono di fare più debito ci portano contro un muro".

"L'Europa non è solo regole e costrizioni. Noi scommettiamo sull'Europa". Così il presidente Sangalli introducendo l'intervento davanti al Consiglio generale permanente di Confcommercio di  Emma Bonino. "È il momento di consolidare la ripresa  – ha esordito la leader di +Europa – perché continuiamo ad essere  meno competitivi rispetto ad altri Paesi che non hanno il peso del nostro debito pubblico. Le proposte che oggi propongono di fare più debito, come alcune di quelle che voi proponete, ci portano contro un muro". L'ex ministro degli Esteri ha proposto invece "il blocco e la rimodulazione della spesa pubblica per la prossima legislatura, in modo che nella seconda parte della legislatura potremmo cominciare credibilmente a ridurre Irpef e Ires. Ciò ci farebbe garantire le pensioni e produrre meno lavoro". Tra  le proposte di Confcommercio che  trovano invece la sua approvazione la Bonino ha citato come esempio quelle sul turismo, prima di concludere sottolineando la necessità di "un'Italia più forte in un'Europa più forte".

13 febbraio 2018