Caso Helg alle spalle, il "Libero Grassi" riparte con slancio - Asset Display Page

Caso Helg alle spalle, il "Libero Grassi" riparte con slancio

Indetta a Palermo una conferenza per chiarire alcuni punti dopo la vicenda estorsiva di cui si è reso pessimo protagonista il presidente della Camera di Commercio, Roberto Helg. Luca Squeri, presidente della commissione Sicurezza e Legalità di Confcommercio, ha ribadito a Santi Palazzolo il ringraziamento e la solidarietà della Confederazione.

DateFormat

10 aprile 2015

 

"Siamo qui per fugare ogni ombra sul passato, sul presente e sul futuro del premio Libero Grassi, per sancire la nostra ferma condanna della vicenda estorsiva di cui si è reso pessimo protagonista il presidente della Camera di Commercio, Roberto Helg, e per non disperdere l' impegno delle centinaia di scuole che negli anni hanno partecipato". Lo ha detto nel corso di una conferenza stampa organizzata a Palermo Salvatore Cernigliaro, presidente della cooperativa Solidaria onlus, ideatore del premio dedicato all'imprenditore antiracket Libero Grassi, iniziativa sostenuta dal 2009 da Confcommercio. Il premio, realizzato in accordo con la famiglia Grassi con il supporto dello sportello Legalità della Camera di Commercio di Palermo e in collaborazione con il Miur,  ha subito un vulnus dall'arresto del presidente Helg, come ha spiegato Alice Grassi, figlia dell' imprenditore antiracket ucciso dalla mafia: "mi ha sconvolto il collegamento tra il nome di Helg e il premio Libero Grassi: questo ha penalizzato fortemente il premio, perché in termini di partecipazione abbiamo registrato un crollo di adesioni:  quest'anno sono solo 16 le scuole partecipanti, contro una media di 60. Vorrei chiarire che la famiglia Grassi non ha mai ricevuto un centesimo da questa iniziativa che abbiamo sostenuto perché crediamo nel lavoro svolto da Solidaria con gli studenti. Il rapporto è sempre stato con la Camera di Commercio come istituzione, non ho mai avuto piacere che fosse Helg a premiare i ragazzi, perché la stessa persona 25 anni fa non piaceva a mio padre. Quest' anno stiamo pensando a una premiazione molto simbolica, all'aperto, forse al parco Uditore". La premiazione si terrà il 20 maggio, a Palermo arriveranno gli studenti di due scuole, una proveniente da Roma e una da Reggio Emilia e una menzione speciale andrà a un istituto di Castrovillari. Il contributo dato dalla Camera di Commercio al Premio ammonta, per 10 anni, a circa 85mila euro, ma come ulteriore segno di trasparenza verrà pubblicato su Internet il rendiconto di tutti i fondi pubblici ricevuti. È stato anche comunicato che, venuto meno per questa edizione il sostegno da parte della Camera di Commercio di Palermo, Solidaria ha fatto appello alle organizzazioni di categoria, al quale hanno risposto positivamente Confindustria Palermo e Confcommercio Palermo, con un contributo per l'XI edizione del Premio Libero Grassi, rispettivamente di 2.000 e 1.000 euro, che si aggiungono a quello confermato da Confcommercio nazionale di 15mila euro. Alla conferenza hanno partecipato anche Vincenzo Genco, segretario generale della Camera di commercio di Palermo, Rosanna Montalto, responsabile sportello Legalità,  e Giuseppe Todaro, Confindustria Palermo. "Confcommercio ha condannato senza se e senza ma Roberto Helg, con un'espulsione immediata. Il suo è stato un atto tanto sconsiderato quanto personale, per il quale abbiamo chiesto scusa da parte di tutto il nostro sistema alla famiglia di Libero Grassi", ha detto nel suo intervento Luca Squeri, presidente commissione Sicurezza e Legalità di Confcommercio, che successivamente ha avuto un incontro privato con Santi Palazzolo, il pasticcere, associato Confcommercio, che ha denunciato Helg per estorsione.  Nel corso dell'incontro Squeri ha manifestato a Palazzolo, a nome del Presidente Sangalli e dell'intero sistema Confcommercio, piena solidarietà ed il ringraziamento per aver dimostrato con i fatti quello che Confcommercio  sostiene: denunciare si deve, si può, conviene.

Banner grande colonna destra interna

ScriptAnalytics

Cerca