Caso ILVA, Assofermet prende posizione

Per l'Associazione aderente a Confcommercio l'acquisizione del sito di Taranto da parte del gruppo ArrcelorMittal "rappresenta l'opzione migliore per il rilancio dello stabilimento".

"La vicenda del Gruppo ILVA S.p.A. e, in particolare, dello stabilimento dell'ILVA di Taranto, ha rappresentato nel corso degli ultimi sei anni una delle pagine più complesse e articolate su cui la politica e le istituzioni del nostro Paese si sono dovute confrontare. Nonostante il lungo cammino percorso, continuiamo con preoccupazione a registrare sempre nuove problematiche, che si frappongono all'avvio di una vera fase di rilancio del sito siderurgico più grande d'Europa". Così, in una nota, Assofermet, che rappresenta direttamente le imprese operanti nel settore del commercio, prelavorazione, trasformazione e distribuzione dell'acciaio, ma indirettamente è il collettore riconosciuto degli interessi di tutta la filiera del prodotto siderurgico (fungendo da volano alla catena della logistica, trasportatori e fornitori di servizi ed imballaggi compresi). Obiettivo dell'Associazione aderente a Confcommercio è " descrivere alle istituzioni coinvolte le implicazioni e la rilevanza che il rilancio del sito di Taranto ha su tutto il comparto produttivo e sociale del nostro Paese". Nello specifico, secondo  Assofermet , l'acquisizione di ILVA da parte del gruppo ArrcelorMittal "rappresenta l'opzione migliore per il rilancio dello stabilimento" perché " il rilancio e la continuità produttiva del sito di Taranto sono largamente da preferire dal punto di vista ambientale, sia a garanzia del completamento delle opere di bonifica interna del complesso siderurgico, sia come vincolo all'adeguamento ambientale degli impianti";  " l'acquisizione ed il rilancio dell'ILVA porteranno forti benefici all'intera filiera siderurgica italiana ed in particolare ai numerosi settori utilizzatori finali di acciaio che rappresentano, tuttora, l'ossatura portante della manifattura esistente del nostro Paese" ; "l'intero progetto ILVA rappresenta un'incredibile opportunità di rilancio di un territorio e di una comunità che negli anni meno recenti, va detto e riconosciuto, hanno sofferto una situazione inaccettabile dal punto di vista ambientale e della sicurezza"; "le Istituzioni centrali e locali dovranno impostare su basi nuove il sistema delle relazioni industriali, dimostrando capacità di visione e di pianificazione, guadagnandosi solo in questo modo la fiducia delle imprese ai fini della riattivazione di un ciclo di investimenti di carattere privato".

16 maggio 2018