Argomenti: Articolo 

Class action, "forti elementi di criticità nella proposta di legge"

Nell'ambito dell'indagine conoscitiva in commissione Giustizia alla Camera sulla proposta di legge sull'azione di classe Confcommercio ha sottolineato che "c'è il rischio di penalizzare eccessivamente l'attività d'impresa".

"All'orizzonte c'è una proposta di direttiva europea" e quindi una futura modifica delle norme italiane "non potrà non tenerne conto". Lo ha affermato Confcommercio nel corso dell'indagine conoscitiva in commissione Giustizia alla Camera sulla proposta di legge sull'azione di classe. In ogni caso, la proposta di legge " pur contemplando un apprezzabile sforzo in chiave sistematica rispetto al regime attualmente vigente" presenta per la Confederazione " forti elementi di criticità che potrebbero penalizzare eccessivamente l'attività d'impresa e, al contempo, incentivare il numero di contenziosi meramente speculativi". Per Confcommercio, poi, "c'è la necessità di equilibrare l'accesso alla giustizia con l'abuso del contenzioso" e quanto alla possibilità di ampliare la possibilità di presentare un'azione di classe nei confronti delle aziende "siamo d'accordo, ma perché lasciare fuori la Pubblica Amministrazione".

19 settembre 2018