Confcommercio su consumi: da Istat "fotografia" di crisi profonda - Asset Display Page

Dall'inizio della crisi nel 2007, spesa delle famiglie -13%

Confcommercio su consumi: da Istat "fotografia" di crisi profonda

DateFormat

5 luglio 2013
125/2013

 

125/13
Roma, 05.07.2013

La "fotografia" scattata oggi dall'Istat non fa altro che confermare lo stato di profonda e prolungata crisi della domanda interna e il crescere del disagio sociale. E allargando l'orizzonte temporale, dall'inizio della crisi ad oggi i dati sui consumi delle famiglie evidenziano i settori e i segmenti di popolazione colpiti in misura più significativa da questa crisi. Infatti, tra il 2007 e il 2012, la spesa media mensile delle famiglie dei lavoratori in proprio (chi gestisce una piccola azienda partecipandovi con il proprio lavoro manuale, i soci di cooperativa e i coadiuvanti, i collaboratori occasionali e quelli coordinati e continuativi) si è ridotta in termini reali del 20,6%, a fronte del 12,9% del totale delle famiglie. Per gli operai la spesa media mensile si è ridotta dal 2007 del 16,2% in termini reali, a conferma che è il mondo del lavoro che sta nel mercato ad aver patito di più la lunga e profonda crisi nella quale ancora il paese si dibatte. Questa l'analisi dell'Ufficio Studi di Confcommercio ai dati diffusi oggi dall'Istat.

Tra i segmenti di consumo che sono stati particolarmente colpiti – prosegue la nota - vi sono l'abbigliamento e le calzature, il cui calo sfiora il 30% per il totale delle famiglie e arriva quasi al 36% per le famiglie dei lavoratori in proprio.

 

Spesa media mensile per condizione professionale

(var. % reali 2012-2007)

 

TOTALE

lavoratore in proprio

operaio e assimilato

TOTALE

-12,9

-20,6

-16,2

Alimentari e bevande

-11,1

-18,0

-11,9

Non alimentari

-13,4

-21,3

-17,2

Abbigliamento e calzature

-29,2

-35,8

-33,9

Abitazione ed energia

-11,6

-13,6

-13,0

 

            Fonte: elaborazioni Ufficio Studi Confcommercio su dati Istat

 

Decisamente meno grave appare la riduzione delle spese per l'abitazione composta prevalentemente da consumi obbligati.

Anche queste nuove e importanti informazioni sui consumi delle famiglie indicano che l'unica strada per lasciarsi la crisi alle spalle è quella di rimettere la centro delle politiche economiche l'impresa e le persone che vi lavorano.

 

Spesa media mensile per condizione professionale

(euro correnti)

 

2007

2012

 

TOTALE

lavoratore in proprio

operaio e assimilato

TOTALE

lavoratore in proprio

operaio e assimilato

TOTALE

2.480

2.940

2.481

2.419

2.615

2.329

Alimentari e bevande

466

534

494

468

494

491

Non alimentari

2.014

2.406

1.987

1.951

2.118

1.840

Abbigliamento e calzature

156

206

162

120

144

116

Abitazione ed energia

779

807

665

834

845

701

 

            Fonte: elaborazioni Ufficio Studi Confcommercio su dati Istat

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca