Confcommercio in prima linea per i nuovi modelli di business a favore dello sviluppo sostenibile

Confcommercio in prima linea per i nuovi modelli di business a favore dello sviluppo sostenibile

DateFormat

4 ottobre 2018
126/2018

126/18
Roma, 3 ottobre 2018

La transizione energetica e il cambiamento climatico in atto impongono alle imprese un diverso approccio per adeguare la propria attività a nuovi modelli di produzione e offerta incentrati su un consumatore sempre più sensibile e attento all'ambiente. Per questo, Confcommercio ribadisce il suo impegno in questo ambito avendo già da tempo avviato, anche grazie ad una presenza capillare sul territorio, un'importante attività di supporto alle imprese verso gli obiettivi di sviluppo sostenibile: è quanto si legge in una nota di Confcommercio in occasione della presentazione del rapporto 2018 dell'ASviS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile che riunisce attualmente oltre 200 tra le più importanti istituzioni, associazioni e reti della società civile).
Un impegno – prosegue la nota - che attraversa tutti i settori rappresentati dalla Confederazione - dall'ammodernamento delle tecnologie per il trasporto, alla sostenibilità a misura di esercizio commerciale fino alla sensibilizzazione di turisti e cittadini verso le diverse forme di inquinamento – e che si colloca nel solco del "Patto di Milano: le imprese italiane insieme per lo sviluppo sostenibile", promosso da ASviS e sottoscritto anche da Confcommercio. 
Confcommercio – conclude la nota – vuole essere in prima linea nella transizione verso un nuovo modello di sviluppo per costruire un futuro a basse emissioni di carbonio e sicuro per il clima, caratterizzato da una green economy dinamica, una società prospera e un ambiente sano. E documenti come il rapporto annuale ASviS sono fondamentali per fare il punto sull'impegno della Confederazione e su quello dell'intero sistema Paese.
 
 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca