Confcommercio: Sistema imprese per vincere sfida Olimpiadi 2026

Tema al centro della Conferenza organizzativa della Confederazione a Villasimius. Dibattito con Fontana, Malagò e Sala

Confcommercio: Sistema imprese per vincere sfida Olimpiadi 2026

DateFormat

21 settembre 2019
161/19

"Fare squadra, fare sistema per vincere le sfide: Milano-Cortina 2026", questo il tema della tavola rotonda conclusiva della Conferenza di Sistema di Confcommercio in corso di svolgimento a Villasimius. Un tema che sta molto a cuore al Presidente di Confcommercio Carlo Sangalli che ha sottolineato "l'opportunità e la necessità di un pieno coinvolgimento del sistema delle imprese per la migliore riuscita di questo importante appuntamento che sarà anche e soprattutto occasione per consolidare il brand Italia, facendo crescere turismo e investimenti".

Intervenendo alla tavola rotonda, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha dichiarato: "Le Olimpiadi Invernali 2026 rappresentano una nuova importante occasione di crescita e visibilità non solo per Milano e Cortina, per la Lombardia e il Veneto, territori direttamente interessati dalle gare. I grandi eventi sono catalizzatori di sviluppo per l'intero sistema Paese. Grazie a un grande lavoro di squadra, abbiamo affrontato la candidatura con serietà, fornendo con il Governo le garanzie che il CIO chiedeva.
Abbiamo presentato un dossier forte, accattivante, attento all'ambiente e rispettoso delle linee dettate dall'agenda 2020 del CIO. E abbiamo vinto. Perché quando le istituzioni collaborano per raggiungere un obiettivo comune, condividendo responsabilità e impegno, si possono raggiungere obiettivi di rilievo. La vittoria di Milano-Cortina 2026, così come fu Expo 2015, è qui a testimoniarlo
".

Per il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, "La conquista dei Giochi Olimpici invernali del 2026 a Milano-Cortina è l'esempio più semplice ed immediato di cosa possono fare le Regioni con l'Autonomia. Se io e Luca Zaia avessimo atteso le decisioni del Governo, frenato dai distinguo di una parte politica, staremmo guardando alla finestra i festeggiamenti degli svedesi. Ci siamo assunti una responsabilità, deciso velocemente grazie anche ai bilanci in ordine delle nostre Regioni, capaci di investire risorse proprie.
Insieme al Comune di Milano e a Cortina abbiamo potuto costruire un'eccellente proposta e oggi offriamo ai nostri territori e a tutto il Paese una grande occasione di sviluppo. Ora, con il dinamismo che ci contraddistingue e con la capacità di lavoro di squadra, stiamo perfezionando l'iter per la costruzione della macchina organizzativa, augurandoci che l'attuale Governo faccia la sua parte sia per quanto riguarda l'ingresso di un suo rappresentante all'interno dell'Agenzia, sia per l'approvazione, entro novembre, della legge olimpica"
.

Nel suo intervento, il Presidente del CONI, Giovanni Malagò ha ricordato come "Lo scorso 24 giugno abbiamo conquistato un traguardo storico: siamo l'unico Paese, insieme agli Stati Uniti, a cui, nel dopoguerra, sono state assegnate tre edizioni dei Giochi Invernali; il secondo, dietro gli USA e al pari della Francia, nella classifica invernale di tutti tempi.
Il nostro progetto era migliore, ma i membri CIO hanno premiato particolarmente la nostra capacità di fare squadra e la credibilità del nostro sistema sportivo. Siamo stati coesi e coraggiosi nel giocarci fino in fondo le nostre carte, ognuno con le proprie competenze, e quando si rema tutti dalla stessa parte, l'Italia non è seconda a nessuno. Ora abbiamo tanto lavoro da fare, certi che l'impatto economico di Milano-Cortina 2026, come rilevato da due studi realizzati dalle Università Bocconi e Ca' Foscari, sarà importante. È una vittoria dell'Italia, un'opportunità unica anche in termini occupazionali, una formidabile occasione per i nostri giovani e per il nostro Paese
".

Per il Sindaco di Cortina d'Ampezzo, Gianpietro Ghedina, "Le Olimpiadi sono una grande occasione di rilancio dell'immagine di Cortina, ma anche un'opportunità per una riorganizzazione complessiva dei servizi e delle infrastrutture. Lo dico pensando ai Mondiali di sci del 2021 che si terranno proprio a Cortina e che rappresentano un evento di grande valore in termini di infrastrutture che saranno realizzate.
Quello delle Olimpiadi è un evento che, dopo 70 anni, ritorna a Cortina coinvolgendo un vasto territorio con importanti ricadute economiche a vantaggio non solo delle singole zone ma di tutto il Paese. Un grande riconoscimento, quindi, alla Regione Veneto e al Governatore Zaia per questa grande opportunità, non solo sportiva ma anche turistica e culturale
".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca