Confcommercio su dati Istat: ripresa rinviata al 2015

Confermata, per il momento, insufficienza effetto bonus

Confcommercio su dati Istat: ripresa rinviata al 2015

DateFormat

28 agosto 2014
163/2014

 

 

163/14
Roma, 28.08.2014

 

 

Il dato di oggi conferma quanto già anticipato dall'Indicatore Consumi Confcommercio (ICC) e cioè che le misure prese fino ad oggi non hanno prodotto gli effetti sperati sui consumi e non sono state idonee a sostenere la fiducia delle famiglie, in calo anche ad agosto: questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio alle rilevazioni diffuse oggi dall'Istat.

Il permanere di elementi di difficoltà dal lato delle famiglie, la mancata ripresa dei consumi, l'andamento del PIL nella prima metà dell'anno, hanno comportato anche un deterioramento del clima di fiducia delle imprese nel mese di agosto, tendenza che ha interessato gli operatori di tutti i settori.

Alla luce di questi andamenti – conclude la nota - è presumibile che anche la seconda parte del 2014 possa mancare l'appuntamento con la ripresa economica, confermando, dunque, l'urgenza di interventi più incisivi che ridiano fiducia ad imprese e famiglie e si traducano in un effettivo miglioramento della domanda.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca