Paolo Uggè su sblocca italia: Profondo rammarico per il mancato intervento su porti e logistica

Paolo Uggè su sblocca italia: Profondo rammarico per il mancato intervento su porti e logistica

DateFormat

1 settembre 2014
167/2014

167/14
Roma, 1 settembre, 2014

 

 

 

 

PAOLO UGGÈ SU SBLOCCA ITALIA:

PROFONDO RAMMARICO PER IL  MANCATO INTERVENTO

SU PORTI E LOGISTICA

 

"Ambire a ‘sbloccare l'Italia' senza intervenire sui porti e sulla logistica, ovvero sulla rete portante dei flussi di merce che attraversa il Paese è una vera contraddizione in termini. Così non si sblocca il Paese che non ha mille giorni di tempo a disposizione. Così si prosegue solo con la politica degli annunci": dichiara il vice presidente di Confcommercio, Paolo Uggè in merito agli interventi previsti nel decreto Sblocca Italia.

 "Confcommercio – continua Uggè - aveva apprezzato la previsione della misura dedicata ai porti e al sistema logistico come un primo intervento che andava nella giusta direzione, ma ad oggi non ne ritrova traccia nei documenti ufficiali del Governo".

"Riteniamo incomprensibili e irragionevoli le ragioni di questa decisione che sembra opera di una regia occulta. Il Governo, quindi, se ne  assume la responsabilità politica poichè rallentando il necessario adeguamento del sistema nazionale dei porti e della logistica, si ostacolano di fatto le prospettive di crescita del Paese".

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca