Confcommercio su vendite al dettaglio: dato positivo, ma permane l'incertezza

Confcommercio su vendite al dettaglio: dato positivo, ma permane l'incertezza

DateFormat

22 dicembre 2016
168/2016

168/16
Roma, 22 dicembre 2016

 

 

Aumenti significativi solo per i discount

 

CONFCOMMERCIO SU VENDITE AL DETTAGLIO:

DATO POSITIVO, MA PERMANE L'INCERTEZZA

 

 

La variazione mensile più elevata negli ultimi quattro anni rappresenta un segnale positivo, in parte in atteso, che non fuga però le preoccupazioni e le incertezze sulle prospettive di breve termine tanto dei consumi quanto dell'economia italiana nel complesso: questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio di ottobre diffusi oggi dall'Istat.

Il miglioramento di ottobre ha, infatti, riguardato solo alcuni segmenti di domanda e alcune tipologie d'impresa: il piccolo commercio continua a registrare un'evoluzione negativa, mentre nell'ambito della grande distribuzione solo per i discount si osservano trend di apprezzabile sviluppo. Inoltre, agli impulsi positivi sul versante degli alimentari, si contrappone la marcata debolezza delle spese correnti per la gestione domestica.

Nel complesso, infine, le dinamiche tendenziali in volume permangono sostanzialmente negative dallo scorso mese di aprile, in linea con un clima di fiducia pericolosamente decrescente.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca