Confcommercio su voucher: verificare efficacia strumento, no a interventi tout court

Confcommercio su voucher: verificare efficacia strumento, no a interventi tout court

DateFormat

29 dicembre 2016
169/2016

169/16
Roma, 29 dicembre 2016

 

Oltre al riconoscimento economico, l'utilizzo dei voucher assicura anche il pagamento di contributi previdenziali e la copertura assicurativa INAIL costituendo, di fatto, l'unico strumento per pagare in modo regolare prestazioni saltuarie e occasionali. Inoltre, di fronte ad un'eventuale limitazione significativa del campo di applicazione di questo strumento non ci sarebbe alcuna alternativa, né si potrebbero coprire queste attività saltuarie con rapporti di lavoro tradizionali: è quanto si legge in una nota di Confcommercio sulla questione dei voucher.

Secondo i dati INPS – prosegue la nota - la stragrande maggioranza delle persone pagate con voucher sono lavoratori titolari anche di altra occupazione, percettori di ammortizzatori sociali, studenti o pensionati e che il compenso medio annuo è di circa 600 euro. E' quindi evidente che le attività pagate con voucher non sarebbero sostituite da diversi rapporti di lavoro e quindi intervenire nuovamente sullo strumento comporterebbe solo la perdita di occasioni di lavoro retribuite in modo regolare.

Tra l'altro – conclude Confcommercio - la piena tracciabilità dei voucher, introdotta solo pochi mesi fa, supera i rischi di uso improprio ed è quindi indispensabile verificarne l'efficacia prima di intervenire nuovamente.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca