Confcommercio su IVA: vera priorità della nostra economia

Confcommercio su IVA: vera priorità della nostra economia

DateFormat

23 settembre 2013
190/2013

 

190/13
Roma, 23.09.13

 

 

 

Indispensabile trovare risorse per non aumento

CONFCOMMERCIO SU IVA: VERA PRIORITÀ DELLA NOSTRA ECONOMIA

 

Gli effetti recessivi e depressivi dell'eventuale aumento dell'Iva sono ormai certi: è già successo nel drammatico anno 2012 dopo l'incremento dell'aliquota standard dal 20 al 21% del settembre 2011. Ed è altrettanto evidente che le risorse necessarie si possono e si devono trovare attraverso un atteggiamento più coraggioso e determinato nel taglio della spesa pubblica che ancora oggi è molto timido: così Confcommercio nel dibattito in corso sull'Iva.

In una situazione in cui si registrano i primi timidi segnali di ripresa, per il momento solo annunciata, aumentare l'Iva – continua la Confederazione -   significherebbe penalizzare ulteriormente la capacità di consumo delle famiglie, stremate da una crisi senza precedenti, e, soprattutto, incidere negativamente sul clima di fiducia. 

Confcommercio – conclude la nota - chiede al Governo e alla politica tutta un supplemento di impegno e responsabilità per evitare l'aumento dell'Iva perché oggi è più che mai necessario sostenere con ogni mezzo la domanda interna che è e rimane la vera priorità della nostra economia. 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca