Confcommercio su vedite al dettaglio: quadro economico in debole ripresa

Confcommercio su vedite al dettaglio: quadro economico in debole ripresa

DateFormat

23 dicembre 2015
212/2015

 

212/15
Roma, 23.12.2015

 

Dato atteso e in linea con quanto anticipato dall'Indicatore dei consumi di  Confcommercio (ICC). Nonostante i mesi di settembre ed ottobre abbiano registrato un moderato ripiegamento della domanda, il quadro d'insieme non va interpretato in senso negativo in quanto, nel confronto annuo, quasi tutte le funzioni di consumo presentano, finalmente, variazioni positive. Questo è il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio di ottobre diffusi oggi dall'Istat.

Si può ipotizzare - continua la nota - che dopo l'innesco di un favorevole ciclo dei durevoli, le famiglie stiano tornando a spendere anche su altre funzioni di spesa, come, per esempio, l'abbigliamento, un'area particolarmente penalizzata dalla lunga crisi che abbiamo ormai alle spalle.

Si delinea con sempre maggiore chiarezza una tripartizione nell'ambito del commercio al dettaglio. Rispetto allo scorso anno, l'e-commerce cresce in doppia cifra, la grande distribuzione, pure in un contesto di margini decrescenti, si avvicina al +2% di fatturato, e la distribuzione tradizionale che mostra difficoltà ad agganciare la ripresa (+0.1% nei primi dieci mesi del 2015 rispetto all'analogo periodo del 2014). Permangono, dunque, elementi di debolezza all'interno di un quadro economico in ripresa, corroborata anche dai recenti dati sul fatturato in volume dell'industria.

 

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca