Confcommercio su prezzi: unica voce a sostegno delle famiglie

Assenza di tensioni, ma domanda interna resta piatta

Confcommercio su prezzi: unica voce a sostegno delle famiglie

DateFormat

28 novembre 2014
229/14

229/14
Roma, 28.11.2014

In un contesto ancora molto problematico, il principale e generalizzato sostegno al potere d'acquisto delle famiglie continua ad arrivare dalla riduzione dei prezzi al consumo. E' il commento dell'Ufficio Studi di Confcommercio ai dati sull'inflazione diffusi oggi dall'Istat.

Il calo congiunturale – continua la nota - registrato a novembre dall'indice generale (-0,2%), dato in parte atteso, pur riportando l'inflazione annua sullo 0,2% conferma l'assenza di tensioni e il permanere di una domanda piatta. La maggior parte dei movimenti all'interno dell'indice provengono, infatti, da fattori stagionali a cui si è associato il calo del prezzo del petrolio. Stante questa situazione, l'anno si dovrebbe chiudere con un tasso d'inflazione dello 0,2% lasciando un'eredità nulla al 2015.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca