Confcommercio su dati Istat: premesse per inflazione contenuta anche in 2014

Confcommercio su dati Istat: premesse per inflazione contenuta anche in 2014

DateFormat

3 gennaio 2014
4/2014

 

4/14
Roma, 3.1.2014

 

CONFCOMMERCIO SU DATI ISTAT:
PREMESSE PER INFLAZIONE CONTENUTA ANCHE IN 2014

 

La modesta crescita registrata dai prezzi al consumo a dicembre  è un dato atteso e legato essenzialmente a fattori stagionali (alimentari freschi e servizi di trasporto) e conferma il permanere di una sostanziale stabilità dei prezzi, in linea con quanto rilevato a livello europeo e nei principali paesi, ed attenua i rischi, emersi negli ultimi mesi, di una possibile deflazione. E' il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio sui dati Istat di oggi.

Il consuntivo del 2013  - continua Confcommercio - mostra come l'anno si sia chiuso con un aumento medio dell'1,2% dei prezzi al consumo, tra i valori più bassi registrati dalla nostra economia, non lasciando nessuna eredità al 2014, elemento del tutto inedito che porta a ipotizzare anche per quest'anno un tasso d'inflazione piuttosto contenuto in media d'anno, nonostante alcuni importanti incrementi dei prezzi di beni e servizi già dall'inizio del mese in corso.

 

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca