Confcommercio su articolo 62: bene parere MISE

Il nuovo governo proceda con l'atto formale di abrogazione48/2013

Confcommercio su articolo 62: bene parere MISE

DateFormat

2 aprile 2013

 

48/13
Roma, 29.03.2013

 

 

CONFCOMMERCIO SU ARTICOLO 62: BENE PARERE MISE

 

Bene che il MISE abbia finalmente riconosciuto la correttezza della posizione da sempre sostenuta da Confcommercio in merito ai rapporti tra l'articolo 62 sulle cessioni dei prodotti agricoli ed alimentari ed il decreto di recepimento della direttiva europea sui ritardi di pagamento: questo il commento di Confcommercio rispetto al parere dell'ufficio legislativo MISE sull'articolo 62.

Confcommercio ribadisce pertanto con fermezza e convinzione la sua tesi – che trova confermata adesso anche nel parere del MISE -  sul superamento, per abrogazione tacita, dell'articolo 62 laddove introduce il principio della inderogabilità in sede contrattuale dei termini di pagamento e il conseguente impianto sanzionatorio. Spiace constatare come il tempo trascorso abbia creato gravi difficoltà  agli operatori economici coinvolti  ai quali bisogna offrire quanto prima adeguate garanzie di certezza del diritto.

Confcommercio auspica pertanto che, alla posizione di chiarimento del MISE, faccia seguito, come priorità da parte del nuovo Governo,  l'abrogazione espressa dell'articolo 62 nella parte in cui dispone la  inderogabilità dei termini di pagamento e il relativo impianto.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca