CONFCOMMERCIO SU DATI ISTAT: PESSIME PROSPETTIVE NEL BREVE TERMINE

CONFCOMMERCIO SU DATI ISTAT: PESSIME PROSPETTIVE NEL BREVE TERMINE

DateFormat

9 aprile 2013
58

58/13
Roma, 9.4.2013

 

 

CONFCOMMERCIO SU DATI ISTAT:

PESSIME PROSPETTIVE NEL BREVE TERMINE

 

La riduzione del potere d'acquisto delle famiglie registrato nel 2012, non solo è il peggior dato degli ultimi 30 anni, ma ha anche portato a cinque gli anni consecutivi di riduzione del reddito disponibile reale e questo spiega abbondantemente la riduzione rilevata sul versante dei consumi nel 2012, nonostante le famiglie abbiano aumentato la propensione al consumo salita ad oltre il 92%. A questo va aggiunta la chiara indicazione derivante dal dato del quarto trimestre 2012 (-5,4% su base annua, il peggiore da quando sono disponibili i dati trimestrali sul reddito) che non lascia spazio ad ipotesi di miglioramento del trend dei consumi nel breve periodo: questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati Istat di oggi su reddito e potere di acquisto.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca