Confcommercio su inflazione: nessuna buona nuova

Confcommercio su inflazione: nessuna buona nuova

DateFormat

16 marzo 2022
58/2022

Nessuna buona nuova dalla conferma dell'Istat sull'inflazione di febbraio. A questo punto, anche in assenza di peggioramenti sui fronti geopolitico ed energetico, un tasso d'inflazione medio per il 2022 superiore al 5% è ampiamente prevedibile. Le conseguenze negative per la dinamica dei consumi, e quindi del PIL, sono già tangibili: è il commento dell’Ufficio Studi di Confcommercio ai dati Istat di oggi.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca