Confcommercio su DL dignità: su contratti a termine inaccettabile ritorno al passato

Confcommercio su DL dignità: su contratti a termine inaccettabile ritorno al passato

DateFormat

27 giugno 2018
76/2018

76/2018
Roma 27 giugno 2018

 

Gli interventi contenuti nella bozza del Decreto dignità sul contratto a termine segnano il ritorno ad un periodo di incertezza, ad un incremento del contenzioso e ad una potenziale ricaduta negativa sull'occupazione: questo il commento di Confcommercio-Imprese per l'Italia sul Decreto legge dignità.
La reintroduzione delle causali, l'aumento incrementale del contributo per le imprese e l'applicazione ai contratti in essere – prosegue Confcommercio – rappresentano, infatti, una fortissima penalizzazione per le aziende del terziario e del turismo che da sempre utilizzano questo contratto per far fronte alle variabili esigenze di mercato. Inoltre, data l'importanza delle misure che si vogliono adottare, sarebbe ben più opportuno coinvolgere le parti sociali invece di ricorrere all'iter della decretazione d'urgenza.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca