Confcommercio su inflazione: rischio ulteriore contrazione consumi

Confcommercio su inflazione: rischio ulteriore contrazione consumi

DateFormat

28 giugno 2018
77/2018

77/2018
Roma 28 giugno 2018

 

Confermate le attese di un'accelerazione dell'inflazione, legata principalmente all'aumento degli energetici non regolamentati, come benzina e gasolio, e al protrarsi delle tensioni sui derivati del petrolio che cominciano a generare alcuni effetti anche sui prezzi dei servizi di trasporto: questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati sull'inflazione a giugno diffusi oggi dall'Istat.
Inoltre – prosegue Confcommercio - il contributo fornito dai prezzi dei beni e dei servizi ad alta frequenza d'acquisto nella ripresa del processo inflazionistico rischia di rappresentare un'ulteriore freno per la crescita dei consumi, amplificando la percezione della riduzione del reddito disponibile reale i cui primi segnali si sono registrati già nel primo trimestre del 2018.
 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca