Confcommercio su vendite al dettaglio: consumi ancora in crisi

Confcommercio su vendite al dettaglio: consumi ancora in crisi

DateFormat

29 aprile 2014
87/2014

87/14
Roma, 29.04.2014

 

 

Necessari e urgenti provvedimenti di riduzione netta della pressione fiscale

CONFCOMMERCIO SU VENDITE AL DETTAGLIO: CONSUMI ANCORA IN CRISI

 

I dati odierni confermano che l'inizio del 2014 è di piena stagnazione per i consumi e di convalescenza per l'economia. La fiducia in crescita rilevata nei mesi di marzo e aprile, tutta centrata sulle prospettive future, è un buon segnale per un possibile miglioramento del quadro congiunturale che resta, tuttavia, ancora tutto da verificare e da costruire.

Proprio i dati sulle vendite al dettaglio del bimestre gennaio-febbraio evidenziano una situazione molto critica dei consumi dalla cui ripresa passa quella dell'intera economia italiana.

L'apertura di credito che le famiglie hanno dato al nuovo esecutivo deve essere alimentata da provvedimenti concreti di riduzione netta della pressione fiscale e quindi non limitati a una semplice operazione di redistribuzione.

Questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati sulle vendite al dettaglio diffusi oggi dall'Istat.

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca