Confcommercio su inflazione: resta contenuta

Si allontana la soglia di attenzione

Confcommercio su inflazione: resta contenuta

DateFormat

31 maggio 2017
92/2017

92/17
Roma, 31.05.2017

La frenata dell'inflazione tendenziale dall'1,9% di aprile all'1,4% di maggio, in linea con quanto avvenuto negli altri paesi europei, può costituire un sostegno al potere d'acquisto dei redditi delle famiglie. Va anche sottolineato come l'inflazione di fondo continui a mantenersi su valori contenuti, lontani dalla soglia di attenzione che potrebbe portare a mutamenti nella politica monetaria. Questo il commento dell'Ufficio Studi Confcommercio ai dati preliminari sull'inflazione a maggio diffusi oggi dall'Istat.

Non si deve, tuttavia,  trascurare – continua la nota – che la moderata dinamica dei prezzi è sottesa da una domanda interna che resta debole, come testimonia il tasso di crescita dell'economia italiana che permane da troppo tempo al di sotto delle performance dei partner internazionali, acuendo il rischio di marginalizzazione del paese.

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca