Uggè, Conftrasporto: "Basta con i ricatti"

Roma: i taxisti minacciano la mobilitazione se non saranno ritirati gli emendamenti

Uggè, Conftrasporto: "Basta con i ricatti"

DateFormat

27 febbraio 2017

 

Roma, 27 febbraio 2017

"Basta con i ricatti di alcune rappresentanze del mondo dei taxisti". A dirlo è il presidente di Conftrasporto-Confcommercio Paolo Uggè, dopo che oggi, al termine dell'assemblea nella sede romana del ‘3570', i taxisti hanno annunciato una nuova mobilitazione se non saranno ritirati tutti gli emendamenti in discussione alla Camera e al Senato.

"Il riordino della legge quadro 21 del 92 è una questione molto delicata che va affrontata con serenità e non sulla spinta di ricatti corporativi - dichiara Uggè -  Se vogliamo discuterne seriamente dobbiamo, tutti, rispettare principi di correttezza che garantiscano a ciascuno la libertà di intraprendere. Conftrasporto è pronta a fare la sua parte come ha sempre fatto,  secondo i principi contenuti nel verbale d'intesa sottoscritto martedì scorso a Roma, e come farà in occasione del tavolo convocato domani al ministero dei Trasporti".  

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca