Taxi, Conftrasporto: "Riforma indispensabile"

Dopo lo stop dell'Antitrust ai vincoli di esclusiva che legano gli autisti alle imprese

Taxi, Conftrasporto: "Riforma indispensabile"

DateFormat

12 luglio 2018

 

Roma, 12 luglio 2018

 

 

Taxi, l'autorità per la concorrenza blocca i vincoli di esclusiva che legano autisti e imprese, e Conftrasporto-Confcommercio invoca la riforma del settore.

"La recente pronuncia dell'Antitrust conferma l'assoluta necessità di una riforma organica del settore del trasporto pubblico non di linea - afferma il vicepresidente confederale Paolo Uggè - Una riforma che, come abbiamo sempre sostenuto (d'intesa con la FAI-Confcommercio), dovrebbe puntare a una più netta separazione tra i servizi taxi e quelli di noleggio con conducente, a un'efficace regolamentazione delle piattaforme d'intermediazione secondo il principio "stesse regole per chi serve gli stessi mercati", alla promozione della professionalità, della trasparenza e della sicurezza di operatori e cittadini".

"Il nuovo governo - prosegue Uggè - si faccia parte attiva per la definitiva soluzione di una problematica che grava da tempo nel settore. Si dia attuazione alla delega legislativa, che altrimenti scadrà alla fine di agosto, e si eviti di far ripetere al Paese il rituale del ricorso alle proroghe di fine anno per rinviare i problemi".

 

 

 

Info:

Laura Ferretto
addetta stampa Conftrasporto-Confcommercio
cell. 342.8584814 – lauraferretto61@gmail.com

 

Banner grande colonna destra interna

Aggregatore Risorse

ScriptAnalytics

Cerca