Tir Contingentati al Brennero, Conftrasporto replica al ministro dei Trasporti austriaco

Uggè: "Per la commissaria Bulc i limiti potrebbero violare la libera circolazione delle merci"

7 giugno 2018

"Forse il ministro austriaco ha problemi di traduzione: il pronunciamento della commissaria europea ai Trasporti Violeta Bulc è molto chiaro". Sono le parole del vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè sulla questione del Brennero, riferite alle dichiarazioni rese oggi dal ministro dei Trasporti austriaco Norbert Hofer, il quale afferma che il contingentamento dei Tir in Tirolo ‘non è in contrasto con le direttive europee, come confermato recentemente dalla Commissione europea'. 
"Qualora a Hofer fosse sfuggita la presa di posizione della commissaria europea - dichiara Uggè – ricordo i passi salienti delle dichiarazioni della stessa Bulc. Eccoli: ‘Un limite annuo al numero di autoveicoli pesanti autorizzati ad attraversare il Brennero potrebbe creare un significativo traffico di aggiramento che non solo desterebbe preoccupazioni dal punto di vista economico e ambientale, ma potrebbe anche violare la libertà di circolazione delle merci. Il ministro Hofer non faccia l'arrogante – conclude il vicepresidente di Conftrasporto - e non si lasci andare a interpretazioni fantasiose". 
 
 
Laura Ferretto – ufficio stampa Conftrasporto-Confcommercio – cell. 342.8584814
 
07 giugno 2018